Campidoglio, ampliamento Piano Rom. Dopo La Barbuta e La Monachina verso superamento anche Camping River

L’Amministrazione capitolina ha esteso le misure previste dal Piano per il superamento dei campi rom, portando a tre il numero dei primi campi da superare. Gli interventi definiti da una delibera approvata in Giunta, includono anche il Villaggio Camping River.

La delibera autorizza in via sperimentale, per il periodo 1 luglio 2017 – 31 dicembre 2018, ad attuare, per le persone ospiti del Camping River, le azioni e gli interventi elaborati nel ‘Piano di Indirizzo di Roma Capitale per l’inclusione delle popolazioni Rom, Sinti e Caminanti’ in favore dei circa 430 ospiti  attualmente presenti nell’ insediamento.

Si tratta quindi dell’avvio immediato di un progetto, della durata di tre mesi a decorrere da domani, 1 luglio 2017, in collaborazione con l’attuale organismo gestore, per l’accompagnamento degli ospiti tramite l’applicazione delle misure di inclusione previste dal Piano. Le misure di inclusione andranno di pari passo con le verifiche reddituali e patrimoniali in collaborazione con la Guardia di Finanza, con l’obiettivo di modulare con precisione l’entità degli interventi e i destinatari in reale stato di bisogno.

“Auspichiamo che la soluzione intrapresa sia la più efficace – spiega l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Laura Baldassarre – In coerenza con quanto previsto dal nostro programma, procediamo verso un percorso di superamento dei campi rom legato al rispetto di diritti e doveri”.

I video del giorno