XII° Municipio, Santori, FDI: “Largo Ravizza trasformato in una moschea a cielo aperto”

Una folla di credenti islamici si è riunita a largo Alessandrina Ravizza, di fronte la scuola elementare Oberdan lungo la Circonvallazione Gianicolense, in XII Municipio, destando sorpresa ma soprattutto tanta preoccupazione. Chi c’era racconta di una occupazione che faceva somigliare questa piazza alla Mecca, dove mancava solo il minareto, con gruppi di persone vestiti nel tipico abbigliamento dei paesi islamici, che parlavano arabo ed erano incromprensibili agli altri. Con quello che sembrava l’Imam a invitare i fedeli alla preghiera, ma solo nella loro lingua. Insomma, la brutta sensazione di sentirsi stranieri in casa propria, senza alcun controllo a presidiare questo ‘incontro’ e con la mente che inevitabilmente va ai peggiori episodi terroristici che l’Europa sta vivendo. Quando il Pd guidava lo stesso Municipio, fu autorizzata come associazione culturale  una moschea, un  vero e proprio luogo di preghiera all’interno di uno scantinato all’inizio della Circonvallazione Gianicolense . Oggi con il M5S la storia non cambia ma, se possibile, peggiora. In tutto ciò, sulle vetrine di una storica rosticceria-pizzeria che starebbe cambiando gestione su viale dei Colli Portuensi, nel medesimo territorio, sono apparsi dei cartelli dove si legge ‘prossima apertura centro islamico’ e una scritta in arabo subito sotto. Vogliamo sperare che si tratti di uno scherzo di dubbio gusto, ma l’episodio è sintomatico di come la popolazione ormai sia sull’orlo dell’esasperazione rispetto a una situazione fuori controllo, tra centri immigrati, tendopoli, campi rom e moschee abusive ovunque.




È quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia