Tiro con l’arco, Coppa del Mondo 3° prova: dopo le qualifiche il mixed team compound per il bronzo

Scoccate le settanta due frecce di qualifica alla terza tappa di World Cup di Salt Lake City (Usa). Ottimo avvio per Pasqualucci (5°) e Nespoli (8°) che accedono direttamente ai 16esimi. Bene anche Boari e Landi. La squadra maschile è seconda, ma il mixed team ricurvo (Boari-Pasqualucci) viene fermato ai quarti dagli USA (Ellison-Brown) per 5-1. Raggiungono invece la finale per il bronzo gli azzurri del compound Irene Franchini e Federico Pagnoni, fermati solo in semifinale allo spareggio dal Messico 150-150 (19-19*). Si giocheranno il bronzo venerdì con la Corea del Sud (Kim-Bo).




I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO MASCHILE – Quinto posto dopo le prime settantadue frecce per David Pasqualucci che chiude con 670 punti. Tre posizioni più indietro e soli due punti in meno per Mauro Nespoli, latro grande protagonista azzurro. Entra tra i migliori venti Marco Galiazzo diciannovesimo con il punteggio di 657. La quarta freccia azzurra è Marco Morello, per lui posizione numero 83 in graduatoria (613). Grazie alle frecce della ranking round Nespoli e Pasqualucci sono già ai sedicesimi di finale; Galiazzo aspetta il vincente del match tra Iwata (JPN) e Faber (SUI) per conoscere il suo avversario ai ventiquattresimi mentre Marco Morello parte dai 48esimi, dove affronta il kazako Oibek Saidiyev.

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO FEMMINILE – Lucilla Boari e Vanessa Landi realizzano i migliori punteggi delle azzurre impegnate negli Stati Uniti. La titolare di Rio 2016 è diciassettesima con 640 punti, uno in meno per la campionessa italiana targa in carica diciannovesima nella ranking. Raggiunge la posizione numero 38 Claudia Mandia con il punteggio di 619, più indietro Guendalina Sartori 67esima con 534 punti.  Passaggio diretto al secondo turno per Boari, attesa dalla sfida contro una tra Yubrin (ARG) e Dashidorzhieva (RUS), Landi che incontrerà chi la spunterà tra la compagna Sartori e Ybanez (PHI) e Mandia che affronterà l’indiana Daimary.

I RISULTATI DEL COMPOUND MASCHILE – Gara a braccetto per tre dei quattro azzurro presenti a Salt Lake City. Federico Pagnoni realizza 687 punti ed è trentunesimo, Sergio Pagni e Alberto Simonelli, entrambi con un punto in meno soino rispettivamente 34esimo e 35esimo. Per Michele Nencioni 678 punti e 47esima piazza. Tutti gli azzurri accedono ai ventiquattresimi di finale in cui si sfideranno subito Pagnoni e Simonelli mentre Pagni affronterà il canadese Von Richter e Nencioni se la vedrà con il messicano Espinoza Suro.

I RISULTATI DEL COMPOUND FEMMINILE – Ottime le prove nel compound femminile di Irene Franchini, undicesima con 681 punti, e di Marcella Tonioli, quindicesima con 679 punti. Conclude ventisettesima con il punteggio di 664 Anastasia Anastasio mentre Viviana Spano è quarantunesima con 657 punti. Ai ventiquattresimi di finale Viviana Spano se la vedrà con la francese Amelie Sancenot, le altre sfide azzurre saranno: Irene Franchini-Thi Kim Anh Nguyen (VIE), Anastasia Anastasio-Dawn Groszko (CAN) e Marcella Tonioli- Darima Tsyrendondopova (RUS).

I RISULTATI A SQUADRE – Dopo l’oro di Antalya, la squadra azzurra maschile formata da Nespoli, Galiazzo e Pasqualucci si conferma ad altissimi livelli raggiungendo il secondo posto (1995 punti) dietro solamente alla Corea del Sud. Il primo avversario sarà l’India (Champia, Gupta-Kapil). Quinto posto per le azzurre Landi, Boari, Mandi con 1898 punti, sarà anche per loro il primo avversario l’India (Damary, Majhi, Nomula)
Italia ottava con il trio compound maschile Simonelli, Pagnoni, Pagni (2059) punti e attesi dal match con il Canada (Brown, Fagan, Von Richter)  agli ottavi di finale. Meglio fanno le donne (Franchini, Anastasio, Tonioli) quarte dopo le qualifiche con 2024 punti e pronte a sfidare ai quarti Taipei (Che, Lee, Wu)
Nella notte italiana si sono disputati anche i match del mixed team. Nel compound grande prova della coppia Franchini-Pagnoni che batte Taipei (Lin-Wu) 150-137 e si ripete con la Danimarca (Hansen-Sonnichsen) 155-148. La sconfitta arriva in semifinale con il Messico (Gonzalez e Ochoa-Andreson) allo shoot off 150-150 (19-19*) ma vale comunque la conquista della finale per il bronzo che si disputerà venerdì contro la Corea del Sud (Kim-Bo).
Nell’arco olimpico Pasqualucci e Boari vincono contro la Francia (Adiceom-Chirault) 5-3 ma vengono eliminati ai quarti dagli Stati Uniti (Ellison-Brown) con il punteggio di 5-1.

LA PAGINA DELL’EVENTO CON LE NOTIZIE E I LINK UTILI

http://www.fitarco-italia.org/eventi/dettaglioEvento.php?id=328