Mercato moto: maggio positivo per le due ruote

Le vendite dei veicoli di cilindrata superiore a 50cc conseguono a maggio un
risultato soddisfacente, con 28.630 immatricolazioni e un incremento del +13,9%. In particolare le moto
registrano 11.165 pezzi e un +11,8%; mentre gli scooter con volumi superiori totalizzano 17.465 unità e
accelerano di un +15,3%. Le vendite dei cinquantini restano in sofferenza con 2.311 registrazioni pari
al -8,1%. Maggio pesa attorno al 13% delle vendite di tutto l’anno.
“Le migliori prospettive dello scenario europeo trainano gli indicatori italiani anche se in misura minore
rispetto ad altri Paesi. Decimali positivi per la produzione industriale e un più robusto incremento per
l’export italiano contribuiscono a far salire l’indice di fiducia ISTAT. Buone anche le aspettative su ordini
e investimenti. I consumi interni si riprendono e aumentano i contratti a tempo indeterminato. Solo
l’incertezza politica gioca un ruolo negativo per una ripresa più concreta.” – afferma Corrado Capelli,
Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) – “A nostro
avviso le città dovrebbero cogliere tutte le opportunità che offrono le ruote per la mobilità urbana. Gli
utenti sono in crescita costante e hanno necessità di più sicurezza, di infrastrutture dedicate, di
parcheggi adeguati, di facilitazioni all’uso dei mezzi, ad esempio usufruendo delle corsie preferenziali,
di tariffe autostradali ridotte. Confindustria ANCMA e’ pronta a collaborare con tutte le amministrazioni
per dimostrare le migliori pratiche a sostegno della mobilità sostenibile. Dal canto loro le aziende del
settore stanno offrendo una gamma di modelli sempre più completa e per tutte le tasche. Ciò consente
di ampliare il target con nuovi clienti, che possono avvalersi di accessori mirati alla sicurezza e al
migliore impiego di scooter e moto”.
Il totale progressivo da gennaio a maggio totalizza 95.612 immatricolazioni (veicoli superiori a 50cc)
pari al +2,4%, di cui 53.409 scooter pari a un +1,8% e 42.203 moto con un +3,1%.
I “cinquantini” mostrano il trend più deficitario con 8.844 unità e un -5%.
L’analisi per cilindrata vede al primo posto il segmento da 300-500cc con 18.591 scooter e un +7,9%.
Seguono i 125cc con 17.657 veicoli pari a un -2,9%; il terzo comparto per volumi è rappresentato dai
150-250cc con 12.220 pezzi pari al +0,6%. Sostanzialmente stabili i maxiscooter oltre 500cc, con 4.941
immatricolazioni e un +1,4%.
Nel settore moto si conferma la leadership delle 800-1000cc con 13.767 unità pari al +3,8%; a seguire i
veicoli superiori ai 1000cc con 12.298 pezzi pari ad un +4,5%. Salgono le medie cilindrate tra 600 e
750cc con 7.802 moto e un +8,2%. In flessione le 201-500cc con 4.963 pezzi pari a un -10%. Infine le
125cc con 2.995 moto mostrano una buona vivacità con un incremento pari al +9,4%.
L’andamento dei segmenti premia le naked con 15.429 vendite pari al +10,9%; A seguire le enduro
stradali con 13.300 unità e un -4,5%. Al terzo posto a distanza le moto da turismo con 6.433 pezzi e un
+13,4%; poi le custom con 2.791 moto e un -7,7%. Ripresa per le sportive con 2.393 moto e un +6,8%;
infine le supermotard in forte arretramento con 1.283 vendite e un -17,4%.
Complessivamente il totale mercato delle 2 ruote (immatricolazioni di scooter e moto superiori ai 50cc
più registrazioni di 50cc) nei primi 5 mesi del 2017 arriva a 104.456 unità vendute, pari al +1,7%
rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8666 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.