Di Maio: “L’unico rimedio contro la propaganda dei giornali: COLPIRLI NEL PORTAFOGLI”

I giornali nei primi quattro mesi dell’anno hanno venduto un volume complessivo di 299 milioni di copie mentre lo scorso anno erano state 337 milioni, si registra quindi una flessione di circa 38 milioni di copie (-11%)*. Il campione di perdite è Libero: -43%. Il Corriere della Sera ne perde il 19% e la Repubblica, di cui ormai è stato smascherato il Metodo, perde il 18% ossia 6.000.000 di copie in meno rispetto all’anno precedente. Un’enormità. Ormai è chiaro che la maggior parte dei giornali pubblicano solo balle per scopi politici.




Se vi chiedete perché basta vedere i giornaloni online in questo momento (vedere foto allegata), a poche ore dal silenzio elettorale prima dei ballottaggi. Tutti aprono a caratteri cubitali contro MoVimento 5 Stelle. Dello scandalo Consip, dell’assessore di Firenze indagato, del sindaco di Milano indagato non ne parla nessuno. E’ una vergogna. Non comprate i giornali, non andate nei loro siti, non comprate i prodotti che reclamizzano. Dobbiamo colpirli nell’unico punto in cui sono sensibili: il portafogli. Dobbiamo affamarli perché è squallido usare l’informazione a fini politici.

Quando saremo al governo aboliremo immediatamente tutti i finanziamenti pubblici, diretti e indiretti, all’editoria.

*fonte dati: http://www.datamediahub.it/…/quanto-vendono-quotidiani-it…/

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8862 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.