Tiro con l’arco, azzurri pronti per la terza tappa della World Cup

Scatta domani con le 72 frecce di Ranking Round la terza tappa della Hyundai Archery World Cup. Sul campo desertico di Salt Lake City (Usa) l’Italia è al gran completo e punta in alto dopo i podi conquistati ad Antalya (Tur). Nel ricurvo sono in gara gli avieri Marco Galiazzo, Mauro Nespoli e David Pasqualucci; nel femminile Vanessa Landi e le azzurre di Rio 2016 Lucilla Boari, Claudia Mandia e Guendalina Sartori. Nel compound Sergio Pagni firmerà il record di 48 presenze consecutive in Coppa e sarà in gara con Michele Nencioni, Federico Pagnoni e il vicecampione paralimpico di Rio 2016 Alberto Simonelli, che l’altro ieri ha festeggiato i 50 anni negli Usa. Tra le donne in gara Anastasia Anastasio, Viviana Spano, Marcella Tonioli e Irene Franchini.

L’Italia il 2-3 settembre ospiterà a Roma la Finale di Coppa del Mondo (l’evento viene presentato giovedì 22 giugno alle ore 12:00 al Salone d’Onore del CONI) e, come Paese ospitante, ha già un posto garantito tra gli 8 che si sfideranno nelle gare delle divisioni ricurvo e compound.

Al momento in classifica generale Sergio Pagni è 7° nel compound maschile e David Pasqualucci 5° nell’olimpico maschile: se riusciranno a guadagnare ulteriori punti in classifica e a restare tra i migliori 7 anche dopo la 4^ tappa di Berlino (8-13 agosto), l’Italia potrebbe contare allo Stadio dei Marmi “Pietro Mennea” due arcieri invece che uno per divisione.

L’Italia del tiro con l’arco è sulla linea di tiro americana per i tiri di prova della terza tappa di Coppa del Mondo. Gli azzurri sono arrivati negli Stati Uniti al gran completo per cercare punti importanti per scalare le classifiche generali. Al momento sarebbero qualificati alle finali di Roma, in programma il 2 e il 3 settembre allo Stadio dei Marmi “Pietro Mennea”, Pasqualucci e Pagni, ferma restando la certezza di avere un posto in ogni divisione come paese ospitante della competizione.

PAGNI DA RECORD – Le prossime tappe saranno fondamentale per scoprire i 32 arcieri che si sfideranno allo Stadio dei Marmi, nessuno infatti dopo le prime due prove è matematicamente qualificato per Roma. La gara di Salt Lake City vedrà Sergio Pagni festeggiare un traguardo importante: il mancino azzurro parteciperà per la 48esima volta di fila ad una tappa di World Cup, nessuno ha retto il suo ritmo, il danese Martin Damsbo è fermo a 47, l’olandese Peter Elzinga a 44 e l’americano Brady Ellison a 43.

IL PROGRAMMA DELLA TAPPA DI SALT LAKE CITY – Oggi gli arcieri sono sulla linea di tiro per le frecce di prova, da domani il via alla competizione con le 72 frecce di qualifica di arco olimpico e compound con a seguire tutte le sfide fino a alle semifinali del mixed team. Giovedì al mattino i primi due turni di scontri individuali compound e olimpico, al pomeriggio i match fino alle semifinali di tutte le squadre. Venerdì tiri solo al mattino con tutti gli scontri fino alle semifinali. Sabato e domenica le finali: il primo giorno dedicato tutto al compound, il secondo interamente all’olimpico.

I CONVOCATI AZZURRI – Nell’arco olimpico maschile confermato il trio titolare a Rio 2016, composto da atleti tutti dell’Aeronautica Militare, e capace ad Antalya di vincere l’oro a squadre. Marco Galiazzo, Mauro Nespoli e David Pasqualucci, per lui in Turchia è arrivato anche il bronzo individuale, proveranno a ripetersi e a scalare posizioni in classifica generale dove al momento solo Pasqualucci risulterebbe qualificato per le finali di Roma. A completare la squadra dell’arco olimpico maschile sarà Marco Morello (Iuvenilia).

Chiamata al femminile per Lucilla Boari (Arcieri Gonzaga) e Vanessa Landi (Arcieri Montalcino), entrambe diciassettesime in classifica e vogliose di accumulare punti per arrivare ancora più in alto. Insieme a loro sono presenti nella lista dei convocati anche le titolari delle ultime Olimpiadi Claudia Mandia (Fiamme Azzurre) e Guendalina Sartori (Aeronautica Militare).

En plein nel compound per Sergio Pagni (Arcieri Città di Pescia) l’unico azzurro ad aver partecipato sia alla tappa di Shanghai che a quella di Antalya e attualmente settimo in classifica generale. Ad affiancare il mancino azzurro ci saranno Michele Nencioni (Arcieri della Signoria), Federico Pagnoni (Arcieri Montalcino) e l’argento paralimpico a Rio 2016 Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), ormai in pianta stabile nella Nazionale normodotati.

Confermato anche il blocco del compound femminile che in Turchia è riuscito a salire sul terzo gradino del podio a squadre. A Salt Lake City sulla linea di tiro ci saranno Anastasia Anastasio e Viviana Spano, entrambe della Marina Militare, Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino) e Irene Franchini (Fiamme Azzurre).

Lo staff azzurro che accompagna gli arcieri è composto dal Capo Delegazione Maurizio Belli, dal Responsabile Tecnico Settore Olimpico Wietse Van Alten, dal tecnico olimpico Ilario Di Buò, dal tecnico compound Flavio Valesella e dal fisioterapista Andrea Rossi.

​LA PAGINA DELL’EVENTO CON LE NOTIZIE E TUTTI I LINK UTILI
http://www.fitarco-italia.org/eventi/dettaglioEvento.php?id=328

IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
http://www.ianseo.net/TourData/2017/2027/schedule.pdf?time=2017-06-20+01%3A08%3A47​

​TUTTI I RISULTATI​
http://www.ianseo.net/Details.php?toId=2027​

loading...