Al MAXXI incontro con Mark Bradford, martedì 13 giugno alle ore 18.00

E’ l’artista che rappresenta gli Stati Uniti alla Biennale di Venezia 2017, attualmente in corso. La sua opera Dive into Criticism del 2014, una grande tela alta più di due metri  e mezzo e larga quasi quattro, fa parte della collezione MAXXI, grazie alla donazione di Pilar Crespi e suo marito Stephen Robert, Amici del MAXXI,  collezionisti e mecenati.




Mark Bradford, figura cruciale dell’arte contemporanea americana per la sua pittura astratta, le sue performance, i suoi collages Orbits, martedì 13 giugno, alle 18:00, incontrerà il pubblico del MAXXI, in conversazione con Hou Hanru, Direttore artistico MAXXI, introdotto da Bartolomeo Pietromarchi, Direttore MAXXI Arte e Kimberly Bowes, Direttrice American Academy in Rome

Si tratta del terzo appuntamento con CONVERSAZIONI D’AUTORE, la nuova edizione degli incontri che il MAXXI dedica ai grandi protagonisti dell’arte e dell’architettura nazionale e internazionale le cui opere sono parte della collezione, realizzati grazie al sostegno di MINI, partner MAXXI Public Programs

Il Padiglione degli Stati Uniti ai Giardini della Biennale è interamente dedicato al lavoro di Bradford Tomorrow Is Another Day, che rispecchia pienamente il percorso dell’artista, da sempre caratterizzato da un profondo impegno sociale, soprattutto nei confronti delle persone emarginate, la loro resilienza e la loro vulnerabilità. Non a caso l’artista ha avviato una collaborazione con la cooperativa sociale veneziana no profit Rio Terà dei Pensieri, che offre opportunità lavorative a uomini e donne detenuti a Venezia.

Utilizzando materiali di tutti i giorni che incarnano un significato sociale, Tomorrow is Another Day rivela come la Grande Storia, intesa nel più alto significato del termine, sia fatta anche di piccole storie quotidiane individuali.  L’opera rivela inoltre la profonda fiducia di Bradford nel potere alchemico e trasformativo dell’arte, nella sua capacità di coinvolgerci e attivarci sui temi più urgenti del nostro tempo.

Mark Bradford nasce nel 1961 a Los Angeles, dove risiede e lavora. Nel 1997 consegue la laurea di primo livello (1995) e la laurea magistrale (1997) in Belle arti presso il California Institute of the Arts di Valencia. Famoso per i dipinti astratti di grandi dimensioni che indagano le economie basate su classe, razza, genere che strutturano la società urbana negli Stati Uniti, Bradford rappresenta attraverso i materiali delle tele stratificate e ricche di collage la sua connessione con il mondo sociale e utilizza frammenti di manifesti, cartelloni, giornali di recupero e carta stampata per relazionarsi con le tradizioni formali della pittura astratta, e contemporaneamente farle evolvere.

CONVERSAZIONI D’AUTORE attraverso il confronto tra artisti e studiosi, curatori, docenti e critici di arte e architettura, racconta i processi compositivi e poetici di cui si nutrono le opere e i progetti dei grandi autori internazionali. Un’occasione unica di conoscere da vicino le idee e i protagonisti del linguaggio artistico e architettonico contemporaneo.

Prossimi appuntamenti

Giovedì 22 giugno: incontro con il grande architetto Yona Friedman, cui il MAXXI dedica un’importante mostra che sarà aperta al pubblico dal giorno successivo, il 23 giugno.

Il programma prosegue poi in autunno con altri appuntamenti tra cui Olaf Nicolai, Bruna Esposito, Gianfranco Baruchello e Tomàs Saraceno. 

MARK BRADFORD

in conversazione con Hou Hanru, Direttore Artistico MAXXI

introducono Bartolomeo Pietromarchi, Direttore MAXXI Arte

e Kimberly Bowes, Direttrice American Academy in Rome

in collaborazione con l’American Academy in Rome

e il supporto dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia

MAXXI, Spazio Incontri Internazionali d’Arte

Ingresso € 5, € 4 per i possessori della card myMAXXI

l’acquisto del biglietto dà diritto a un ingresso ridotto al museo (€ 8) entro una settimana dall’emissione
Prossimo appuntamento: Yona Friedman (22 giugno)  | www.maxxi.art

Informazioni su Emanuele Bompadre 10130 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.