La prova catalana inizia nel nome di Marquez

Marc Marquez torna a dominare la tabella crono e, nella FP2 in Catalogna, è autore del giro più veloce della prima giornata di GP. 1:44.295s il tempo del campione del mondo in carica seguito da Jorge Lorenzo (Ducati Team), a suo agio sulla pista della città condale. Faticano le Yamaha ufficiali ma la satellite del team Tech3 di Jonas Folger è nella scia della desmodromica numero 99. Il giro di Marquez è stato cancellato ma grazie all’1:44.478s resta primo.




Le seconde libere della massima cilindrata si aprono in un pomeriggio caldo e umido dopo la pioggia della mattina. L’asfalto è asciutto ma il grip, come temuto sin da inizio GP, non è alto e alcuni piloti accuseranno le condizioni della superficie della pista.

Le Ducati escono bene anche se, sulla carta, quella di Barcellona non è il tracciato favorevole alle moto di Borgo Panigale. Merito di Lorenzo che chiude con 0,405s di ritardo da Marquez e di Andrea Dovizioso, il compagno di box, quarto a circa 0,58s. Buona prova del vincitore al Mugello e ottime libere anche per Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing), terzo in Italia e ora quinto a 0,59s dalla vetta.

FP2 sorprendente per Tito Rabat. Il pilota Estrella Galicia 0,0 Marc VDS resta nelle prime posizioni per tutta la sessione chiudendo sesto davanti alla seconda M1 del team Monster, quella di Johann Zarco.

Le Yamaha ufficiali invece accusano qualche cosa dai rivali diretti, Maverick Viñales chiude la sessione lontano dai primi e il primo della classifica generale non riesce a nascondere la delusione mentre fa leggermente meglio Valentino Rossi con il nono tempo della sessione.

Caduta per Alvaro Bautista nella nuova esse nata dal cambio di tracciato. Nulla di grave per il portacolori Pull&Bear Aspar Team che, dopo la bella gara italiana chiusa vicino ai migliori, segna il nono tempo alle spalle di Dani Pedrosa (Repsol Honda).

Scivolata senza conseguenze alla 10 anche per Hector Barbera (Avintia Racing) e alla cinque di Cal Crutchlow (LCR Honda), secondo della mattinata ma che nel pomeriggio non andrà più in là del diciannovesimo tempo. Caduta anche per il secondo pilota Avintia, Loris Baz, con la moto del francese che resta pericolosamente in mezzo alla pista ma senza causare altri incidenti.

Aleix Espargaro sigla il primato dei piloti Aprilia Gresini, ma è lontano dai primi tempi.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8640 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.