Frascati Scherma è sempre tricolore, due titoli di campioni d’Italia Giovani a squadre miste

Il Frascati Scherma non perde “il vizio”. Nella kermesse dei campionati italiani Giovani a squadre miste, tenutasi ad Assisi (in Umbria), sono arrivati due titoli per i colori tuscolani: uno con la squadra di sciabola composta da Federico Riccardi, Edoardo Ramunno, Giovanni Palumbo, Maria Chiara Palumbo, Veronica Ermacora e Chiara Crovari, l’altro con quella di fioretto formata da Guillaume Bianchi, Gianmarco Gridelli, Serena Puglia, Arianna Pappone e Alessandra Conti. Gli sciabolatori hanno addirittura sfiorato una finale tutta “in famiglia” con l’altra squadra (Burli, Giovannelli, Rosati, Chignoli e Ottaviani), fermatasi in semifinale con il Petrarca Padova poi piegato nella finale dall’altro gruppo frascatano. Nella sciabola va segnalato l’approdo nei quarti di finale di una terza squadra targata Frascati Scherma (quella che ha poi concluso al settimo posto con Cerchiaro, Fantozzi, Marronaro, Mancini e De Stefano) che è stata bloccata sempre dal Petrarca Padova, ma che ha confermato una volta di più l’altissima qualità del settore sciabola del Frascati Scherma nella categoria. Decisamente bene anche i fiorettisti con due squadre nelle prime otto classificate: l’oro è arrivato grazie al successo sul Comini Padova (40-35), mentre l’altro gruppo si è fermato ai quarti di finale e al sesto posto conclusivo con una prova comunque convincente da parte di Funaro, Cipollone, Contestabile, Capasa, Pasquali e Lorenzetti.
Inoltre a Longarone (in Veneto) sono stati assegnati i titoli italiani Master e va segnalato l’ottimo ottavo posto di Marco Nobiloni (che tra l’altro è anche consigliere del club) nella prova di spada maschile categoria1: fatale per lui l’incrocio col napoletano Luca Popper ai quarti di finale.
Domenica mattina, intanto, presso la palestra Simoncelli è andato in scena il trofeo “Pio XII” dedicato ai ragazzini che hanno fatto attività nella scuola romana sotto la direzione tecnica di Valerio Aspromonte e Sasà Di Naro, con la presenza di qualche “deb” che si allena a Frascati. «Una bella giornata all’insegna della scherma – ha detto Aspromonte – Due ore e mezzo di divertimento per circa cinquanta bambini che hanno cominciato da poco a praticare la nostra disciplina, terminate con premiazioni per tutti e un piccolo rinfresco». L’attività alla Pio XII ha preso sviluppi importanti. «Siamo contenti di come si sono comportati i bambini quest’anno – dice Aspromonte – Per la prossima stagione puntiamo a crescere ancora con l’arrivo di nuove pedane e con tre lezioni settimanali (martedì, mercoledì e giovedì, ndr)». Infine, da lunedì prossimo, sei ragazzi del Frascati Scherma seguiranno lo stesso Aspromonte (che aspetta l’arrivo del primo figlio nato dall’unione sentimentale con l’altra atleta tuscolana Carolina Erba) per uno stage negli Stati Uniti.