Tiro con l’arco, consegnata la medaglia d’oro a Oscar De Pellegrin

 

Nel corso della Festa della Repubblica a Belluno è stata riconsegnata ufficialmente ad Oscar De Pellegrin la medaglia d’oro di Londra 2012 che gli era stata rubata lo scorso dicembre. A dare la medaglia al Portabandiera azzurro il piccolo Gabriele, insieme al Prefetto e al Questore di Belluno.

In occasione della celebrazione della Festa della Repubblica il Prefetto di Belluno ha riconsegnato ufficialmente ad Oscar De Pellegrin la medaglia d’oro che era stata rubata lo scorso dicembre dall’abitazione del Portabandiera dell’Italia ai Giochi Paralimpici di Londra 2012.

La medaglia era stata ritrovata in un mercato di Tirana da un collezionista, il dott. Artan Lame, il quale, una volta scoperta la provenienza del monile, ha avvertito le autorità e il 25 maggio ha ufficialmente consegnato la medaglia all’Ambasciata d’Italia in Albania che, fatti i dovuti accertamenti, ha recapitato in Italia il maltolto. Oggi, con una cerimonia ufficiale, la medaglia è stata quindi ridata al Campione azzurro che la conquistò scoccando la freccia di spareggio vincente al Royal Artillery Barracks, l’ultima freccia di una sfolgorante carriera.

“Mi ha fatto un effetto particolare riceverla nella mia città con così tanta gente presente – ha detto Oscar De Pellegrin al termine della cerimonia –. Una festa bellissima e mi è sembrato che fosse diventata la medaglia ‘di tutti’. C’erano migliaia di persone a gremire Piazza Duomo a Belluno: è stato emozionante riceverla di fronte ai miei concittadini. È incredibile pensare a cosa è accaduto e, se non fosse che ho vissuto dei momenti di grande sconforto dopo il furto, direi che sono quasi felice di averla potuta festeggiare nuovamente tra la mia gente… Un’esperienza straordinaria che ricorderò”.

La cerimonia di riconsegna, seppur ampiamente annunciata dal Prefetto di Belluno, ha avuto per De Pellegrin un momento inatteso: “Oltre ai cittadini, il Prefetto e il Questore, erano presenti tutte le altre autorità locali, politici nazionali, i corpi militari e gli amici degli Arcieri del Piave e della ASSI Onlus: quando sono salito sul palco e ho visto il piccolo Gabriele, un giovane di soli 8 anni che consideriamo la ‘mascotte’ dell’Associazione Sociale Sportiva Disabili, mi sono chiesto cosa facesse lì e mi ha colpito nel profondo del cuore sapere che il Prefetto aveva aderito alla proposta che fosse proprio Gabriele a riconsegnare la medaglia. Insomma, un momento indimenticabile. Ora ho con me l’oro di Londra, che sto portando a Castenaso dove nel weekend si svolgeranno i Campionati Italiani Para-Archery. Sono felice che potrò ricominciare a portarla anche nelle scuole e nelle occasioni ufficiali che mi capiteranno, così come ho fatto al mio ritorno in Italia dopo la vittoria del 3 settembre 2012”.

Oltre ad una festa organizzata a Sopracroda, la frazione di Belluno dove abita, prevista per il 17 giugno, ci sarà un altro momento ufficiale nel quale la medaglia d’oro di De Pellegrin tornerà alla ribalta della cronaca, insieme al suo “scopritore”.
“In occasione della finale di coppa del mondo di tiro con l’arco che si disputerà il 2 e 3 settembre allo Stadio dei Marmi ‘Pietro Mennea’, il Presidente FITARCO Mario Scarzella e il Presidente CIP Luca Pancalli hanno deciso di organizzare un momento celebrativo durante il quale ci sarà anche il dott. Artan Lame, che voglio ringraziare personalmente per il gesto che ha fatto, per il quale avrò sempre grande gratitudine”.

FOTO ZANFRON

I video del giorno