Roma, maglie gialle PD, Santori, FDI: “La saga dei rottamatori finisce in discarica”

Raggi da una parte, Renzi dall’altra: una ridicola gara che non cancella lo sporco gioco tra Pd e M5S. Il rottamatore toscano con la maglia gialla, smemorato, non ricorda però, tra le tante cose, che oggi a governare la Regione Lazio c’è un uomo del suo Pd, un certo Nicola Zingaretti che sui rifiuti, in 4 anni, avrebbe dovuto almeno approvare un Piano. Poi c’è la Raggi, e tutto il Movimento, quelli del ‘ci pensiamo noi, gli altri hanno governato, ora tocca a noi e saremo dalla parte dei cittadini’. Loro la fanno ancora più facile: l’emergenza immondizia nella Capitale non esiste, gli impianti di trattamento sono boicottati, le foto dei cittadini sono invenzioni, i video sono ritoccati dai giornalisti, i rifiuti sono gettati a terra da chi vuole boicottare Grillo. Una mediocre riunione di condominio che ha caratterizzato la politica italiana negli ultimi mesi, un vetusto mero vergognoso scaricabarile, un teatrino dove uno attacca l’altro nel tentativo di proteggere se stesso. Insomma, in attesa che qualcuno si prenda la briga di assumere decisioni, di affrontare la questione rifiuti, di mettere in sicurezza gli impianti e, allo stesso tempo, di garantire decoro e salubrità ambientale a Roma, assistiamo a quella vecchia politica che il rottamatore fiorentino e i puritani a 5 stelle volevano mettere nel cassetto ma che, al momento giusto, sono stati in grado di ritirare fuori nel peggiore dei modi a propria convenienza e a spese della collettività. La stessa cui a breve chiederanno il voto. Ma credo proprio che stavolta la saga dei rottamatori finirà, quella sì, dritta dritta in discarica.

Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia membro della commissione Rifiuti.

loading...