Campionato FIM Superstock 1000, doppia bandiera rossa ad Imola: Tamburini sul secondo gradino del podio

Sul circuito dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari si è concluso il terzo round del Campionato FIM Superstock 1000, in un clima surreale ed estenuante per i piloti del PATA Yamaha Official Stock Team che hanno affrontato la gara fermata ben due volte per bandiera rossa.




Tre ottime partenze per Marino e Tamburini, tre avvii di gara promettenti che divergono nel finale lasciando l’amaro in bocca a Florian Marino che termina la sua gara per una scivolata mentre il portacolori italiano guida la sua Yamaha al traguardo in seconda posizione.

Florian Marino termina 2 giri dei 9 previsti per la gara, ridotta dai giudici a causa delle bandiere rosse. Mentre era alla caccia della prima posizione, guidando al limite, scivola alla curva del Tamburello lasciando la pista per guadagnare la via dei box. Dimostra di aver talento ed il passo per vincere nella SuperStock1000, risultato che non ha ancora raggiunto in carriera.

Roberto Tamburini eroe di casa parte fulmineo portandosi a ridosso della prima posizione, contrasta gli attacchi degli avversari che sopraggiungono dalle retrovie nei primi giri e con un passo costante del 1’49 alto, grazie alla sua guida pulita ed efficace, riesce a terminare la gara in seconda posizione. E’ stato per lui impossibile colmare il distacco creato dal pilota di testa guadagnando così 20 punti importanti per la classifica assoluta che lo vede al terzo posto con 43 punti a 27 lunghezze dalla prima posizione.

Week end abbastanza positivo, con tre partenze in gara: era importante mantenere la concentrazione. Sono partito bene ed ho spinto per andare a prendere Rinaldi ma qui ad Imola lui e la sua moto erano molto forti. L’obiettivo principale era fare un buon risultato, per guadagnare punti, dopo la gara sfortunata di Assen. Questo podio conferma che stiamo lavoarndo nella giusta direzione per migliorare la moto in alcuni aspetti ed essere ancora piu veloci. Ora sono terzo in campionato e con un po’ di distacco dal primo soprattutto a causa della disavventura in Olanda, ma faremo di tutto per essere sempre protagonisti e stare nelle posizioni che contano.

Risultato complessivo che lascia soddisfatto il Team Manager Sandro Carusi che vede sfumare la seconda doppietta dei corsari del Pata Yamaha Stock Team. La squadra ha lavorato come di consueto al massimo livello affrontando con professionalità l’avvicendarsi delle circostanze durante il week-end.

Sono contento del risultato nonostante la caduta di Marino che era molto competitivo dopo la terza partenza. Il secondo posto di Tamburini ed il terzo gradino del podio di Kalinin mi soddisfano (ndr pilota del Team Motoxracing – SSP300). Voglio ringraziare gli sponsor, tutto il team che ha lavorato egregiamente ancora una volta ed i nostri sostenitori che ci hanno raggiunto in circuito ad Imola.”

Informazioni su Emanuele Bompadre 10173 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.