Via al GP delle Americhe, parlano i protagonisti

Dopo l’Argentina il Campionato del Mondo MotoGP™ arriva negli Stati Uniti per il suo terzo appuntamento stagionale: il Red Bull Grand Prix of the Americas.

Presenti alla conferenza stampa che dà inizio ufficiale al GP ad Austin alcuni piloti della classe regina: Maverick Viñales, leader della classe e portacolori Movistar Yamaha, con il compagno di box Valentino Rossi, autore di un ottimo inizio di stagione dopo il difficile precampionato. All’incontro con i media sono presenti anche Cal Crutchlow (LCR Honda) e Marc Marquez (Repsol Honda). Per il campione del mondo in carica non un grande avvio di 2017 e la possibilità di tornare tra i migliori sulla pista statunitense dove ha sempre dominato. Al contrario, arrivano al COTA dopo delle belle prove, sia Alvaro Bautista (Pull&Bear Aspar Team) sia Johann Zarco, rookie del team Monster Yamaha.

“Credo che questo sia un buon tracciato”. Commenta Viñales, il primo a parlare. “Sarà importante lavorare bene. L’anno scorso non ho fatto una bella gara e quest’anno ho un unico obiettivo, vincere o provarci”. Prosegue, “Anche un secondo posto può essere un buon finale, venti punti sono una bella spinta per il campionato e sono pronto a dare il massimo su una pista dove l’importante è avere un’ottima frenata e ripartenza; fondamentale sarà poi il buon comportamento delle gomme”.

“I test invernali non sono stati fantastici e nelle libere abbiamo sempre sofferto”, ha detto Rossi. “Ma le gare sono andate bene e abbiamo capito molte cose. Questa pista è impegnativa, per le gomme e per le moto in generale e Marquez qui è forte ma noi resteremo concentrati”. Termina, “All’inizio della stagione è stato importante guadagnare punti in vista del ritorno in Europa, su tracciati che mi piacciono di più”.

“I test invernali non sono stati fantastici e nelle libere abbiamo sempre sofferto”, ha detto Rossi. “Ma le gare sono andate bene e abbiamo capito molte cose. Questa pista è impegnativa, per le gomme e per le moto in generale e Marquez qui è forte ma noi resteremo concentrati”. Termina, “All’inizio della stagione è stato importante guadagnare punti in vista del ritorno in Europa, su tracciati che mi piacciono di più”.

Il nove volte iridato ha poi commentato i problemi con l’anteriore che lo accompagnano sin dal primo GP. Valentino si è detto però speranzoso di potersi sentire meglio già dalla prima sessione di libere americane.

Fonte: motogp.com

loading...
Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 7656 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.