Adinolfi: “Mi candido sindaco di Ventotene perchè da li partirà una nuova Europa cristiana”

Mario Adinolfi è intervenuto stamattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Su Avvenire che dedica la prima pagina a un’intervista a Grillo e l’intervista del direttore di Avvenire che al Corriere dice di pensarla per tre quarti come Di Maio: “E’ un problema per alcuni segmenti della Cei che hanno una tradizione di omaggiare i carri dei vincitori in una sorta di opportunismo e di banderuolismo che è parte di una tradizione, perché non è che la Chiesa sia sempre stata lontana dall’attrazione verso il potere, un segmento della Chiesa di solito si fa attrarre dal carro del vincitore incipiente, di solito è anche quello che ha minore capacità di attrattiva verso i fedeli. E’ un errore grave quello di oggi, una parte della Chiesa si sta cautelando, è sempre accaduto nella storia umana. L’idea che la Chiesa possa avere un rapporto non ostile con il Movimento Cinque Stelle è puramente illusoria, il Movimento è profondamente intessuto di ostilità nei confronti della Chiesa. Il Movimento Cinque Stelle voleva il matrimonio a tre o a quattro, qualcuno di loro ha proposto il matrimonio tra le interspecie. Su tutte le questioni che noi chiamiamo principi non negoziabili il Movimento Cinque Stelle ha una posizione opposta a noi cattolici. Non si può dire che la soluzione è il Cinque Stelle solo perché sta per vincere il Cinque Stelle”.

Adinolfi si candida con il Popolo della Famiglia a sindaco di Ventotene: “Vogliamo far partire da Ventotene una nuova Europa, basata su un nuovo manifesto di Ventotene, contro l’Europa necrofila dell’eutanasia e dell’aborto, contro l’Europa dei banchieri e dei burocrati, un’Europa della vita, l’Europa che rivendica la sua radice cristiana. Se non facciamo questo saremo inevitabilmente consegnati all’islamismo che ci conquisterà con la demografia, lo dice la matematica. Se non affrontiamo il calo demografico tra vent’anni non esistiamo più. La demografia è una scienza esatta, noi facciamo 105.000 aborti, loro fanno 150.000 figli”.

Su Boncompagni: “Ha fatto pessima televisione, una televisione brutta, da Macao a Crociera a quel programma osceno che era Non è la Rai”.

AUDIO http://www.tag24.it/podcast/mario-adinolfi-movimento-5-stelle/

Fonte: Radio Cusano Campus

loading...