Pd, Laforgia: “Patto con Renzi in quattro punti”

“Caro Matteo, facciamo un patto in quattro punti, degno di un partito democratico. Lasciamo lavorare il presidente Gentiloni fino scadenza naturale della legislatura e concentriamoci sulla grandi emergenze: terremoto, banche e la grande questione sociale che affligge gli italiani” Inizia cosi’ il deputato dem Francesco Laforgia, organizzatore dell’evento che si tiene a Firenze e dal titolo “Puo’ nascere un fiore. Di nuovo, la sinistra” nel corso del suo intervento.   “Secondo: non dimentichiamoci – continua Laforgia- di essere un partito che si occupa anche della dimensione e dei processi locali, quindi, affrontiamo l’appuntamento delle amministrative mettendo in campo i candidati e le coalizioni migliori. Terzo: facciamo una legge elettorale seria che non lasci il Paese nella palude dopo le elezioni. Infine facciamo un congresso  vero, che si prenda il tempo adeguato per una discussione larga e che possa scegliere una leadership tra ottobre e novembre – conclude-  riconosciuta da tutti e che si presenterà alle prossime elezioni con un partito unito. In caso contrario, e non è quello che vorremmo, uno strappo, potrebbe essere davvero probabile. Ma la responsabilità in quel caso sarà in capo al segretario che avrà anteposto il suo destino a quello di una intera comunità”.