8 dicembre 2016

Grillo: “Mentre Renzi è in America, il Paese muore”

Oggi negli Stati Uniti è arrivato Renzi, accolto da star con tappeto rosso, rullo di tamburi e inni nazionali. Questa sera sarà ospitato a cena da Obama dove mangeràagnolotti e braciole di maiale” in pregiati piatti di “porcellana” “nel giardino sud della Casa Bianca, sotto una tensostruttura decorata con lampadari, bicchieri di vetro fatti a mano, sottopiatti in stile fiorentino con decorazioni in oro, e con composizioni floreali che creeranno un`atmosfera rinascimentale“. Il Presidente Usa ha definito il premier italiano in villeggiatura a Washington “un leader politico giovane e promettente in Europa“, ha detto cheche la visione e le riforme ambiziose che il primo ministro Renzi sta perseguendo siano importanti” e che “l’economia italiana ha ricominciato a crescere. Più italiani stanno lavorando“.
Oggi in Italia, nel mondo reale, mentre il capo del governo è in villeggiatura sono arrivati i dati dell’INPS sull’occupazione e i licenziamenti. Nei primi otto mesi dell’anno, le assunzioni sono calate dell’8,5%: i contratti a tempo indeterminato sono in netto calo rispetto agli 1,2 milioni dello scorso anno e meno anche dello stesso periodo del 2014, quando a marzo entrò in vigore il Jobs Act. Quindi con la riforma del lavoro di Renzi le assunzioni sono diminuite. I licenziamenti invece sono cresciuti del 31% grazie alla cancellazione dell’articolo 18 voluta e votata dal Pd. La disoccupazione è sempre alla mostruosa cifra dell’11,4% e i voucher sono sempre più utilizzati come forma di pagamento. A preoccupare è soprattutto il trend delle assunzioni a tempo indeterminato: ad agosto sono state solo il 24,9% dei nuovi rapporti di lavoro, il dato mensile più basso dell’ultimo biennio. I dati della Caritas diffusi ieri descrivono un’Italia sempre più povera, in particolare ci sono sempre più giovani indigenti che non possono permettersi un pasto. E’ del 10,2% l’incidenza della povertà assoluta tra i 18-34enni, cala all’8,1% per la fascia 35-44 e al 4% per gli over 65.
Il nostro è un Paese che muore, mentre chi avrebbe la responsabilità di governare va a farsi lo spot elettorale per il referendum dall’altra parte del mondo. Ogni giorno che passa senza il MoVimento 5 Stelle al governo è un giorno in più di agonia per gli italiani. Il 4 dicembre è vicino.

Così sul suo blog

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.