8 dicembre 2016

“Castelli&Cappelli”, così il fashion sposa la solidarietà

Grande successo per la kermesse dalla fashion designer Eleonora Altamore per raccogliere fondi per la Croce Rossa Italiana da destinare ai Comuni colpiti dal terremoto: «Tutti i fondi raccolti - spiega la CRI - saranno impiegati in progetti permanenti, che verranno ideati e condotti all’insegna della trasparenza, partecipazione e unità di intenti con i comuni colpiti e le popolazioni.»

Moda, gusto, divertimento ma soprattutto solidarietà. Grande successo per la kermesse ‘Castelli&Cappelli organizzata da Artistica Events – Eventi d’Autore per la direzione artistica della fashion designer Eleonora Altamore, domenica 16 ottobre scorso presso la ‘Dimora l’Amuri è’ alle pendici dei Castelli Romani. Avvolta dai caldi colori autunnali e dagli inebrianti profumi della vendemmia, la curiosa e divertente kermesse è stata caratterizzata dalla convivialità, dal buon cibo ed il buon vino con l’immancabile momento fashion segnato dalla spiritosa sfilata che ha visto in passerella le gentili invitate e gli invitati ognuno con il proprio copricapo. Un singolare red carpet accompagnato dalle vivaci note swing dal vivo della Tonino Band.

Fashion e glamour ma non solo. Catelli&Cappelli’, infatti, è stata soprattutto un’occasione di solidarietà con la lotteria che ha messo in palio una serie di bellissimi e preziosi premi gentilmente offerti dal brand di gioielli Tonino Boccadamo il cui ricavato è stato devoluto alla Croce Rossa Italiana per le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto scorso. «Grazie a tutti quanti voi per questo vostro sentito gesto di solidarietà verso le nostre attività in favore delle popolazioni colpite dal sisma», ha fatto sapere in un messaggio durante l’evento il Presidente CRI Comitato Tusculum, Mario Lepore. «Tutti i fondi raccolti – ha aggiunto -, saranno impiegati in progetti permanenti, che verranno ideati e condotti all’insegna della trasparenza, partecipazione e unità di intenti con i comuni colpiti e le popolazioni.»

Alle parole del Presidente Lepore hanno fatto eco quelle dell’imprenditore Tonino Boccadamo, da sempre impegnato nel sociale in Italia e all’estero con la sua Fondazione, che ha sottolineato come occasioni come queste siano importanti per dare visibilità e supporto a chi è meno fortunato: «Io sono stato ad Amatrice e con il Rotary Club – ha detto l’imprenditore – abbiamo iniziato anche noi una raccolta fondi che vorremmo destinare in particolare alla ricostruzione degli edifici scolastici.»

L’evento è proseguito poi con lo sfizioso pranzo buffet offerto da Artistica Events ed un gustoso menu proposto dallo chef Michele Papillo realizzato con prodotti di stagione, accompagnato dagli ottimi vini offerti dalla società Eatipici. Dopodiché via alla spiritosa sfilata di cappelli come il tema a libera interpretazione dell’evento ha voluto: ‘mise da preda’ per le signore, ‘mise da cacciatore’ per i signori con l’obbligo, in entrambi i casi, di indossare un copricapo. Una giuria composta da giornalisti e personaggi della cultura e dello spettacolo ha decretato il copricapo più divertente per tutte e due le categorie.

 Ospiti tra gli altri, Tonino Boccadamo, la Principessa Nuvola Talamo Atenolfi Brancaccio, la pianista dell’Accademia di Santa Cecilia Catia Capua, lo scrittore Pascal Schembri, il chirurgo plastico professor Domenico Riitano, l’imprenditore Salvatore Paravia, Sara Iannone, la cantante lirica Elena Martemianova, la soprano Slavina Borisovskaya, la ballerina del Teatro dell’Opera di Roma Angela Shaghieva, la dermatologa Dottoressa Galina Baranovskaia, l’onorevole Antonio Paris, la giornalista dell’Ankronos Maria Teresa Guidetti e la giornalista Roberta Maresci, l’avvocato Carla Montani.