5 dicembre 2016

Mostra itinerante per promuovere il Giubileo della Misericordia, martedì 18 ottobre alle 10.30

Cari fratelli e sorelle, ho pensato spesso a come la Chiesa possa rendere più evidente la sua missione di essere testimone della Misericordia. È un cammino che inizia con una conversione spirituale. Per questo ho deciso di indire un Giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio”. È cosi che Papa Francesco si espresse nell’Omelia della Liturgia Penitenziale del 13 marzo 2015. Da quel momento numerose iniziative di spiritualità, cerimonie sacre, flussi di pellegrini, atti di condivisione hanno animato Roma, il Lazio e le Vie della Cristianità.

Tale fenomeno la Regione Lazio ha voluto patrocinare caldamente, nella ferma certezza del valore spirituale, di coesione sociale e qualità ospitale e turistica che ne può derivare. Ecco il perché di una mostra itinerante, a cura di Sandro Polci, che vuol promuovere il Giubileo della Misericordia, il sistema dei Cammini del Lazio, il grande impegno di associazioni, camminatori, comuni e istituzioni e rafforzare la rete di relazioni, solidarietà e condivisione che i cammini creano.

Un segno di memoria e promozione che testimonia il grande valore giubilare e lo sostanzia con un invito alla scoperta e alla fruizione di alcuni suoi cammini, per antonomasia esemplari dei tanti, religiosi e non, esistenti. Roma, il Lazio, i tracciati nella narrazione della città eterna che incontrano, inoltre, una vivida espressione d’arte: l’opera di qualificati artisti contemporanei che si sono espressi con grande sensibilità sulla natura umana, la preghiera, i cammini e l’affascinante visione delle basiliche giubilari.
Una condivisione di modi, storie e valori che intendono promuovere sempre più il cammino, la condivisione e il rispetto della Natura nella “Regione Eterna”: un modo per lasciarsi prendere da chi incontri e da ciò che vedi perché i cammini a questo servono: “allontanarti da te”, condividere e meglio conoscerti.

In questo evento, che vuole segnare un approccio condiviso al sistema dei cammini, sarà inoltre possibile trovare le risposte essenziali per intraprendere le Vie: quali beni ammirare ed imparare ad amare, dove dormire e mangiare nel Lazio. Potranno essere i 200 chilometri della Via Francigena nel nord, tra Proceno e la tomba dell’Apostolo Pietro, lungo la direttrice dell’antica Via Cassia; ma anche i luoghi del Santo Francesco attraverso eremi, borghi e foreste, dalla Valle reatina a La Verna fino a Roma; o anche il Cammino di Benedetto, da Norcia fino a Montecassino, dove i Benedettini crebbero forti; potrà infine essere la Via Francigena nel Sud, secondo la direttrice Appia o Prenestina. Ma potranno anche essere tanti altri i passi e i cammini laziali, noti e meno noti, da scoprire e percorrere…sia che come Alice nel Paese delle Meraviglie tu non abbia scelto, sia che tu abbia a mente la tua strada.

 PROGRAMMA

Saluti e introduzione
Massimo Tedeschi, Presidente Associazione Europea delle Vie Francigene

Quirino Briganti, Regione Lazio, Coordinatore regionale degli Eventi storico-turistico, culturali del Giubileo

Coordina
Sandro Polci, Dir. Festival Europeo della Via Francigena – Anno dei Cammini e curatore mostra

 Intervengono
Carlo Felice Casula, Storico e Ordinario di Storia Contemporanea Università Roma 3 e Direttore scientifico Archivio Fondazione Internazionale “Don Luigi Di Liegro”

Gioacchino Giammaria, Presidente dell’Istituto di Storia e di Arte del Lazio Meridionale

Pietro Messa, Preside della Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani della Pontificia Università Antonianum

Conclude
Rita Visini, Assessore alle Politiche Sociali della Regione Lazio

Martedì 18 ottobre 2016 ore 10.30  

Associazione  Civita – Sala Gianfranco Imperatori

Piazza Venezia, 11 Roma 

Evento promosso da:

Earth Day Italia, Associazione Europea delle Vie Francigene,

Festival Europeo della Via Francigena – Anno dei Cammini
Con il patrocinio di:
Regione Lazio

In collaborazione con:
Associazione Civita

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.