6 dicembre 2016

Futsal, Serie D, Ssd Colonna, Genovese: “Quest’anno si respira un’aria diversa”

E’ stato l’ultimo sport, in ordine di tempo, aggiunto all’offerta pluridisciplinare della Ssd Colonna. Il settore calcio a 5 ha faticato a imporsi e negli anni passati ha regalato più di qualche delusione al club, come affermato anche in tempi recenti dal presidente Giancarlo Urgolo. Ma quest’anno, col rinnovamento del gruppo e il ritorno al timone di mister Riccardo Genovese, le cose potrebbero andare diversamente e anche lo stesso tecnico lo dice apertamente.
«C’è un’aria diversa rispetto a due stagioni fa, quando ho allenato in questo club. Si sta formando un gruppo compatto e che soprattutto al momento è sicuramente corposo dal punto di vista numerico. Questo mi consente di osservare la settimana di lavoro e fare le mie scelte». La serie D del Colonna ha esordito in campionato venerdì scorso: sul campo del Palaolimpic di Colleferro la squadra ha perso 6-3 nonostante le reti di Borzi, Ughetta e Porro, ma è uscita dal campo a testa alta.
«Abbiamo giocato su un parquet e questa è stata la prima difficoltà, vale a dire quella di adattarsi a una superficie a cui non siamo abituati – analizza Genovese – Inoltre abbiamo avuto di fronte una delle squadre più forti sul girone, da quello che si dice, ma siamo stati a lungo in partita tanto che all’intervallo eravamo sotto di 2-1 e nella ripresa abbiamo commesso almeno tre grosse ingenuità difensive che hanno favorito l’allungo dei padroni di casa. Gli avversari, comunque, avevano sicuramente qualcosa in più e i valori alla fine sono venuti a galla, ma mi è piaciuto lo spirito di squadra mostrato dai ragazzi e anche la condizione atletica che abbiamo palesato. Fisicamente direi che siamo all’80% della forma, vicini al top».
Genovese sarebbe contento di rivedere una simile prestazione anche domani, giorno dell’esordio casalingo contro il Don Bosco Genzano (calcio di inizio alle ore 21). «Del prossimo avversario so solo che ha pareggiato nella prima giornata – spiega il tecnico – Mi auguro che la mia squadra giochi col “coltello tra i denti” fino all’ultimo minuto e che possa muovere la classifica. Questo gruppo non vincerà il campionato, ma sono convinto che possa fare una buona stagione».