Calcio, I° Categoria, Torre Angela, Giannella per due: “Società, staff e gruppo: possiamo volare alti”

E’ arrivata al secondo tentativo la prima storica vittoria del Torre Angela nel campionato di Prima categoria. La società cara alla famiglia Ciani ha vinto per 3-1 il match interno giocato contro la Fortitudo Calcio. Protagonista dell’incontro è stato Claudio Giannella, centrocampista classe 1994 da poco spostato sull’esterno che ha realizzato una bella doppietta poi “arrotondata” dal gol finale di Pelagalli. «Non è stata una gara semplice – spiega Giannella – anche perché siamo andati sotto di un gol nel corso del primo tempo, ma abbiamo reagito bene e siamo riusciti a ribaltare il risultato già prima dell’intervallo con la mia doppietta.
Nella ripresa il risultato è rimasto in bilico fino alla nostra terza rete, ma un successo ci serviva assolutamente per aumentare la fiducia e l’entusiasmo e la vittoria è stata sicuramente meritata». Il match winner di giornata commenta il suo cambio di ruolo. «Io nasco centrocampista centrale, ma il mister mi ha voluto provare sull’esterno e al momento ha avuto ragione. Tra l’altro mi sento come se ci avessi giocato da sempre». Giannella, arrivato in estate dal Quarticciolo, è molto contento del suo inserimento nel Torre Angela. «Ho trovato un gruppo di ragazzi davvero squisiti e lo spirito di squadra è uno dei nostri punti di forza. Inoltre qui c’è una società che ci segue con grandissima attenzione e uno staff tecnico preparato, insomma ci sono tutte le componenti per fare un campionato di alta classifica nonostante siamo una neopromossa». Il prossimo turno potrà dire sicuramente di più sul tipo di campionato che ci si deve aspettare in casa Torre Angela: la squadra di mister Maurizio Sacconi, infatti, è attesa dal match sul campo della Roma VIII.
«Una sorta di derby, una partita sicuramente sentita – rimarca Giannella – Anche loro hanno quattro punti e in casa sono sicuramente un avversario complicato da affrontare. Ma per noi dare continuità a questo buon inizio di stagione sarebbe molto importante: sappiamo che domenica ci sarà da lottare, ma siamo pronti».