4 dicembre 2016

Calcio, II° Categoria, Città di Montecompatri festeggia con Spina: “Possiamo toglierci delle soddisfazioni”

Il Città di Montecompatri ha festeggiato con una vittoria il suo esordio nel campionato di Seconda categoria. Al Comunale la squadra del presidente Tonino Raspa ha vinto per 1-0 contro l’Acds Group grazie a un rigore di Daniele Spina, esterno offensivo classe 1996 che è sicuramente uno degli elementi di maggior tasso tecnico dell’organico. «Siamo felici per la vittoria all’esordio anche perché di fronte c’era una squadra molto organizzata e avevo sentito anche pronta ad essere ripescata in Prima. Nel primo tempo noi siamo scesi in campo un po’ col freno a mano tirato, forse per la troppa voglia di fare bene, ma nella ripresa ci siamo sciolti e le cose sono andate sicuramente meglio». Dopo l’assegnazione del rigore, guadagnato da Gabriele Ristori, a prendersi la responsabilità è stato dunque Spina.
«Il mister Maiolatesi non ci dà indicazioni sui rigoristi, né sui tiratori delle punizioni: va chi se la sente e tra noi non ci sono mai stati problemi in questo senso. Gli ultimi rigori li avevo tirati io e quindi sono andato sereno sul dischetto». Nel finale il Città di Montecompatri ha gestito bene il risultato, pur con un brivido in extremis. «L’Acds ha avuto la palla del pareggio, ma per fortuna non l’ha concretizzata e io credo che tutto sommato la nostra vittoria sia stata giusta». La prima è stata messa alle spalle, ma il percorso del Città di Montecompatri è sicuramente lungo. «Siamo un gruppo di spessore – dice Spina -, ma il club non ci ha messo pressioni di risultato e il nostro unico obiettivo è quello di toglierci delle soddisfazioni. Poi tra un po’ vedremo cosa ci dirà la classifica».
L’esterno classe 1996 (che ha giocato recentemente in Promozione con il Rocca Priora e che è stato anche nel gruppo del Città di Ciampino in Eccellenza prima di scegliere l’approdo al Città di Montecompatri) è sicuramente uno dei punti di forza del gruppo di Maiolatesi che lo sposta più volte di ruolo anche nel corso della partita. «Domenica ho fatto l’esterno d’attacco sulle due fasce nel 4-2-3-1, poi il trequartista e infine l’esterno e la seconda punta nel 4-4-2 con cui abbiamo concluso la gara. Sono contento di essere rimasto – rimarca Spina – Ho scelto di stare al Città di Montecompatri per l’eccezionale rapporto che è nato col mister, ma anche perché la società e i compagni mi trattano davvero benissimo e inoltre per me è importante giocare in questi mesi con continuità, poi in futuro vedremo cosa accadrà».