6 dicembre 2016

Lunghe attese e spazi ridotti: i guai dei Pronto Soccorso

Lunghi tempi di attesa, spazi ridotti, sovraffollamento e un’insufficiente attenzione al dolore e alla comunicazione con i pazienti. Evidente uno stato di disomogeneita’ tra le strutture del Nord, del Centro e del Sud Italia. E’ critica la situazione dei Pronto soccorso italiani che emerge dal Rapporto del Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva e della Società italiana della medicina di emergenza-urgenza (Simeu) presentato stamani all’ospedale San Giovanni di Roma.

Il Rapporto ha fotografato 93 strutture di emergenza urgenza e ha dato voce a 2.944 tra pazienti e familiari di pazienti intervistati. Sono stati misurati accessi, ricoveri e tempi di attesa di 88 strutture di emergenza urgenza di cui sono stati direttamente valutati i flussi di gestione. La rilevazione è stata svolta tra il 16 maggio e il 30 novembre 2015.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5959 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.