6 dicembre 2016

Calcio, I° Categoria, Casilina, D’Addio: “Non ci nascondiamo, ma dobbiamo fare parlare il campo”

Una squillante vittoria esterna per cominciare. Il Casilina ha aperto la sua avventura nel girone F di Prima categoria: la squadra del presidente Umberto Coratti e del dg della prima squadra Giovanni D’Addio ha vinto per 3-2 sul difficile campo del Praeneste. «Una gara intensa, complicata, anche se a livello di occasioni abbiamo fatto di più dell’avversario come dimostra pure il palo colpito da Iacobelli nel primo tempo – spiega il portiere e capitano classe 1987 Mirko D’Addio – Siamo andati subito sotto, ma la squadra non si è scomposta e ha trovato il pareggio prima dell’intervallo con Halimaj.
Poi nella ripresa i padroni di casa hanno trovato il secondo vantaggio su calcio di rigore, ma abbiamo nuovamente reagito nella maniera giusta e pareggiato i conti con Borelli prima che lo stesso Halimaj siglasse la doppietta del definitivo 3-2 poco dopo il 35’ della ripresa. Tre punti importanti, che danno morale e che arrivano al termine di una gara difficile perché le squadre allenate da mister Lunardini danno sempre grattacapi. Inoltre aver rimontato due volte lo svantaggio è la dimostrazione che il gruppo ha tanto carattere e che noi “vecchi” vogliamo metterci al più presto alle spalle la delusione della retrocessione dalla Promozione. Ci tenevamo a partire col piede giusto». Troppo esperto il numero uno per sbilanciarsi sugli obiettivi stagionali. «Veniamo da un’annata bruciante e quindi dobbiamo solo pensare a far parlare il campo. Al tempo stesso, però, non ci nascondiamo e sappiamo di poter competere per le posizioni di vertice».
Domenica il Casilina farà il suo esordio ufficiale sul campo amico del De Fonseca per affrontare il Castelverde. «Un’altra gara molto complessa – avverte D’Addio – come tutte quelle che si giocano in questa categoria dove c’è tanto equilibrio e vince chi sbaglia meno. Gli ospiti sono allenati da un altro tecnico esperto come Tripodi e vengono da una sconfitta. Noi potremo contare sul sicuro rientro di Iacorossi che ha saltato la prima per squalifica, mentre Salvati sta recuperando la miglior condizione e presto darà il suo contributo al gruppo».