7 dicembre 2016

Alessandro Zanardi per la prima volta al volante della BMW M6 GT3

Martedì Alessandro Zanardi ha iniziato la fase preparatoria decisiva per la sua gara di esordio a bordo della BMW M6 GT3 con una giornata di prove positive al Mugello. L’ambasciatore del marchio BMW e pilota ufficiale della Casa ritornerà sullo stesso circuito il 14-16 ottobre per la finale della stagione del Campionato italiano GT, alla guida di una vettura del BMW Team Italia che è stata modificata appositamente da BMW Motorsport. Sarà la prima gara di Zanardi in GT dopo la 24 Ore di Spa Francorchamps (BE) del 25 e 26 luglio 2015. In quell’occasione, condivise la guida della BMW Z4 GT3 con i piloti BMW DTM Timo Glock (DE) e Bruno Spengler (CA).

Per essere sicuri di avere la migliore preparazione possibile per l’ultima gara della stagione del Campionato italiano GT, Zanardi e il BMW Team Italia, insieme al team ROAL Motorsport e appoggiati dagli ingegneri di BMW Motorsport, hanno effettuato alcuni test sui 5,245 chilometri del circuito del Mugello, situato a 40 km a nord di Firenze. Il pilota italiano ha colto l’occasione per familiarizzare con quella che è per lui una nuova auto da corsa BMW. Tempo soleggiato e temperature che hanno raggiunto i 21 gradi hanno offerto al team le condizioni ideali per apportare alcuni aggiustamenti al set-up della BMW M6 GT3 in vista del week-end di gara a metà ottobre.

“E’ stata per me la prima volta per molti motivi diversi”, ha detto il pilota italiano dopo le prove. “E’ stata la mia prima volta su un’auto da corsa da più di un anno, la mia prima volta al Mugello dopo diversi anni e la mia prima volta con la BMW M6 GT3. Il risultato di questo test è stato eccellente. La vettura è andata bene e ci siamo concentrati completamente sul set-up. L’impianto frenante che ho utilizzato ha funzionato bene ed è stato per me relativamente semplice raggiungere la velocità che mi aspettavo di raggiungere”. Sono molto felice del risultato della giornata di prove. Ora dobbiamo ancora lavorare con gli ingegneri di BMW Motorsport. Analizzeremo i dati raccolti per finalizzare la nostra preparazione per il weekend di gara”.

Zanardi ha festeggiato il suo ritorno nel motorsport nel 2014, dopo una pausa di quattro anni, gareggiando in quella stagione con il ROAL Motorsport nella Blancpain Sprint Series al volante di una BMW Z4 GT3 modificata. In precedenza, tra il 2005 e il 2009, Zanardi aveva partecipato con il BMW Team Italy-Spain a 105 gare del Campionato FIA World Touring Car, assicurandosi la vittoria in quattro occasioni. La sua ultima partecipazione in gara è stata alle 24 Ore di Spa-Francorchamps (BE) nel luglio del 2015, al volante della BMW Z4 GT3 numero 9 allestita con una speciale livrea del designer Michael Vaillant.

Ulteriori informazioni stampa e immagini prive di copyright per scopi editoriali sono disponibili sul sito www.press.bmwgroup.com/global

Il BMW Group
Con i suoi tre marchi BMW, MINI e Rolls-Royce, il BMW Group è il costruttore leader mondiale di auto e moto premium ed offre anche servizi finanziari e di mobilità premium. Come azienda globale, il BMW Group gestisce 31 stabilimenti di produzione e montaggio in 14 paesi ed ha una rete di vendita globale in oltre 140 paesi.

Nel 2015, il BMW Group ha venduto circa 2,247 milioni di automobili e 137.000 motocicli nel mondo. L’utile al lordo delle imposte per l’esercizio 2015 è stato di 9,22 miliardi di Euro con ricavi pari a circa 92,18 miliardi di euro. Al 31 dicembre 2015, il BMW Group contava 122.244 dipendenti.

Il successo del BMW Group si fonda da sempre su una visione sul lungo periodo e su un’azione responsabile. Perciò, come parte integrante della propria strategia, l’azienda ha istituito la sostenibilità ecologica e sociale in tutta la catena di valore, la responsabilità globale del prodotto e un chiaro impegno a preservare le risorse.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5976 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.