8 dicembre 2016

Club 27: mistero o casualità?

Il 4 Ottobre 1970, Janis Joplin, straordinaria cantante ed interprete di un blues puro ed autentico degli anni 60, moriva a causa di un’overdose di eroina in un hotel di Los Angeles entrando così a far parte del famoso CLUB 27. Aveva appunto 27 anni.

Oggi mi sembrava doveroso ricordarla, grandissima artista dei mitici anni in cui il blues, il rock e la musica moderna in generale contavano davvero tanto nella società. Quella musica dava speranze di pace e solidarietà ad una giovane generazione sempre attenta ai messaggi dei loro idoli rock! Janis fece parte di tutto quel movimento, sfociato nella sua massima espressione nella partecipazione al ben noto festival di Woodstock, da grande e convinta sostenitrice del Peace&Love.

Dotata di una voce graffiante che esprimeva passione e sofferenza e di uno stile interpretativo talmente unico, divenne nel tempo da esempio e da fonte di ispirazione ed imitazione per molti anche tuttora.

Diventa dunque un mito del rock e nel club 27 andrà a fare compagnia a tutti gli altri miti della musica morti a 27 anni.

Si dice che il famoso club  iniziò dalla morte del  precursore del blues moderno, Robert Johnson (vendette l’anima al diavolo?), per poi passare a Brian Jones fondatore dei Rolling Stones, Jimi Hendrix (mito inarrivabile della chitarra), Jim Morrison (poeta visionario) ed appunto la nostra Janis Joplin, per poi passare in epoca più moderna ad artisti come Kurt Cobain ed Amy Jade Winehouse.

Sarà tutto uno sfortunato caso, forse il club è realmente fatalità, ma quello che è certo è che al suo interno c’è l’essenza del rock e gran parte della sua storia.

Rock on!!!

 

Mirko Brillantina De Rossi
About Mirko Brillantina De Rossi 49 Articoli
Conduttore speaker radiofonico, musicante e suonatore per passione....Ama il rock n roll non solo come genere ma soprattutto come cultura ,stile e tendenza.....Le chitarre americane sono una fissa...ne possiede sempre poche per quante ne vorrebbe!!!