8 dicembre 2016

Tiro con l’arco, Campionati mondiali Campagna: l’Italia prima nel medagliere

Con 11 medaglie (5 ori, 4 argenti e 2 bronzi) l’Italia vince il medagliere dei Mondiali di Dublino davanti a Usa, Gran Bretagna e Svezia. Oggi Irene Franchini, i fratelli Alessio e Sara Noceti e Chiara Rebagliati si sono laureati campioni del mondo.
L’Italia è la migliore Nazione al mondo nel tiro di Campagna. Il verdetto arriva dai Campionati Mondiali di Dublino dove gli azzurri vincono in totale 11 medaglie (5 ori, 4 argenti e 2 bronzi) raggiungendo il primo posto nel medagliere davanti a USA, Gran Bretagna e Svezia. Dopo i tre podi di ieri nelle gare a squadre, oggi sono arrivate altre 8 medaglie individuali. Migliorato il bottino dell’ultima rassegna iridata in cui la Nazionale era salita 7 volte sul podio (2 ori, 2 argenti e 3 bronzi). Una grande soddisfazione per il Presidente Mario Scarzella, presente in Irlanda in qualità di Vicepresidente World Archery, per il Reponsabile Tecnico del settore campagna Giorgio Botto, per il coach Daniele Bellotti e per il consigliere federale e capomissione Stefano Tombesi che, al termine della cerimonia di premiazione, ha ricevuto la bandiera della Federazione Internazionale perché la prossima edizione dei Mondiali Campagna, nel 2018, verrà disputata in Italia.

Nelle gare di oggi Irene Franchini vince l’oro nel compound e sale sul tetto del mondo nel tiro di Campagna così come aveva fatto nell’indoor a inizio anno. L’ultima avversaria ad arrendersi nel compound femminile è la messicana Linda Ochoa-Anderson (64-62). Eleonora Strobbe e JessicaTomasi, rispettivamente nell’arco nudo e nell’arco olimpico, vincono l’argento. La prima perde la finale 43-37 con la francese Chantal Porte, la seconda cede alla britannica Amy Oliver 50-45. Giù dal podio per un solo punto Marco Morello sconfitto dal francese Jean-Charles Valladont 56-57 nella sfida per il bronzo dell’arco olimpico.
Straordinario il cammino degli Junior che conquistano cinque medaglie in altrettante finali. Nell’arco nudo vincono l’oro i fratelli Sara e Alessio Noceti, la prima grazie al successo 43-39 con la svedese Malin Medbo, il secondo battendo 50-33 lo statunitense Mark Schlaudraff. Nell’arco olimpico sale sul primo gradino del podio Chiara Rebagliati grazie al 48-46 in finale sulla britannica Bryony Pitman. Nella stessa divisione Yuri Belli, al suo esordio con la Nazionale Campagna (così come lo junior compound Jesse Sut), si assicura l’argento dopo la sconfitta contro il croato Alen Remar 55-58. Nell’arco nudo c’è spazio anche per Eric Esposito che batte 54-36 il francese Corentin Angot vincendo così la medaglia di bronzo.
Nelle gare a squadre di ieri gli azzurri avevano vinto il titolo mondiale con le Junior (Benzini, Noceti, Rebagliati), l’argento con la squadra maschile (Morello, Ibba, Seimandi) e il bronzo con gli Junior (Noceti, Belli, Sut).

LE FINALI AZZURRE SENIOR
IRENE FRANCHINI CAMPIONESSA DEL MONDO – Dopo il titolo iridato indoor, Irene Franchini vince anche il Mondiale tiro di Campagna battendo in finale 64-62 la messicana Linda Ochoa-Anderson. Primo set in parità 17-17, poi è la centroamericana a passare in vantaggio 14-13 ma l’atleta delle Fiamme Azzurre ribalta il risultato nelle tre frecce successive (18-16). La vittoria arriva con il 16-15 della quarta e ultima volée che certifica il punteggio di 64-62. Il bronzo va alla tedesca Carolin Landesfeind che batte allo shoot off 62-62 (6-4) la belga Gladys Willems.

ELEONORA STROBBE AL SECONDO POSTO MONDIALE – L’Italia si arrampica al secondo posto nella classifica dell’arco nudo femminile con Eleonora Strobbe che perde 43-37 la finale contro la francese Chantal Porte. L’azzurra va sotto dopo il primo parziale 11-9 e 9-8 nel secondo. A sei frecce dal termine la gara si fa difficile per Strobbe che deve risalire dal 20-17. La rimonta, invece, diventa realtà già nel terzo set che termina 15-10 per l’arciera italiana ora in vantaggio 32-30 prima degli ultimi tiri. Il titolo mondiale va però alla francese Chantal Porte che batte 43-37 Eleonora Strobbe incappata in una M (freccia che non colpisce il bersaglio e 0 nel punteggio) nella penultima freccia della sua gara. Il bronzo va a Lina Bjorklund (SWE) che batte la giapponese Mijuki Maruyama 49-37.

JESSICA TOMASI SECONDA – La britannica Amy Oliver vince l’oro dell’arco olimpico femminile battendo in finale 50-45 Jessica Tomasi. L’aviere azzurra vince il primo set 13-12 ma subisce il ritorno dell’avversaria nella seconda tornata di frecce (13-10). Straordinaria la risposta di Tomasi, 17-10 nella terza volée e punteggio di parità 40-40. Gli ultimi tre tiri sono quelli decisivi ma l’arciera italiana con una M e un 1 perde il match 50-45. Vince il bronzo la polacca Joanna Rzasa con il successo 40-39 sulla tedesca Daniela Klesmann.

MARCO MORELLO QUARTO – Niente medaglia per un solo punto per Marco Morello. L’azzurro perde la finale per il bronzo arco olimpico maschile 57-56 con il francese Valladont. Il transalpino prende il comando delle operazioni con il 16-15 del primo set. Morello rimane in partita ma perde anche la seconda volée 13-12. Nella terza tornata di frecce grande rimonta per il piemontese con il parziale di 17-15. L’ultima serie di tiri parte sul 44-44 ma vede Valladont vincere il match 57-56. Brady Ellison (USA) si prende l’oro con il successo 59-52 in finale contro il tedesco Sebastiean Rohrberg.

LE ALTRE FINALI – Nell’arco nudo maschile trionfa lo svedese Erik Jonsson batte lo spagnolo Fernandez 57-54 portandosi così a casa il titolo mondiale. Il bronzo va a Martin Ottoson grazie al successo 51-42 sull’australiano Michael Fisher. Nel compound maschile vittoria per lo statunitense Steve Anderson. In finale si arrende il danese Stephan Hansen 66-65. Bronzo al norvegese Njaal Aaamaas che batte ancora con un 66-65 Dave Cousins (USA).

LE FINALI AZZURRE JUNIOR
SARA NOCETI SUL TETTO DEL MONDO – Sara Noceti è la nuova campionessa del mondo Junior arco nudo grazie al successo in finale contro la svedese Malin Medbo (SWE) per 43-39. Ottimo inizio per l’azzurra che vince il primo set 12-10 e mantiene il vantaggio nelle successive tre frecce (8-8). Stratosferica Sara Noceti che accelera nel terzo parziale (14-11). L’ultima volée è di proprietà della Medbo (10-9) ma non serve, Sara Noceti vince la gara 43-39. Il bronzo va alla britannica Sophie Benton con il successo 40-33 sulla statunitense Abigail Weir.

ANCHE ALESSIO NOCETI E’ CAMPIONE – Doppietta in casa Noceti. Anche il fratello di Sara, Alessio vince il titolo mondiale nell’arco nudo Junior. Il successo arriva in finale 50-33 contro lo statunitense Mark Schlaudraff. L’azzurro parte meglio e vince in scioltezza sia il primo set (13-7) che il secondo (9-4). Accelerazione azzurra anche nel terzo parziale con Noceti che vince 15-11 e partirà dal più 15 nell’ultima volée che premia ancora Noceti (13-11). L’arciere della Nazione è il nuovo campione del mondo Junior grazie al risultato finale di 50-33.

REBAGLIATI IRIDATA – Nell’equilibrato ultimo atto dell’arco olimpico Junior femminile Chiara Rebagliati si prende il titolo mondiale vincendo 48-46 contro la britannica Bryony Pitman. L’azzurrina si prende la prima volée 13-12. Finisce in parità il secondo set 9-9, Rebagliati resta avanti di un punto (22-21). Match di rara bellezza e intensità con le arciere che pareggiano anche il terzo parziale 14-14. L’ultimo set rispecchia in pieno tutta la gara, prime due frecce sul 4 per entrambe poi la britannica centra il 3 mentre l’azzurrina piazza la sua freccia sul 4. E’il tiro che decreta la vittoria mondiale di Chiara Rebagliati 48-46. Nella sfida per il bronzo vince Mariam Trafford (USA) 44-36 su Urska Cavic (SLO).

BELLI D’ARGENTO – Yuri Belli si porta a casa l’argento nella finale Junior dell’arco olimpico. L’azzurrino viene battuto 58-55 da Alen Remar (CRO).
Parte forte il croato: 16-13 a suo favore il primo parziale del match. Rosicchia un punto Belli che vince la seconda volée 14-13. L’azzurrino perde il terzo set 17-16 e deve rimontare in tre frecce tre punti per portare la finale almeno allo spareggio, un’impresa che Belli non riesce a portare a termine. L’oro va, infatti, a Remar con il punteggio di 58-55. Il britannico Patrick Huston vince il bronzo con il 59-49 in finale sul francese Valentin Ripaux.

ESPOSITO VINCE IL BRONZO – Affermazione netta di Eric Esposito che vince il bronzo mondiale battendo 54-36 il francese Corentin Angot. Le prime tre frecce di Esposito sono al limite della perfezione (6,5,5) e permettono all’azzurro di fare subito il vuoto con un roboante 16-10. Allunga ancora l’arciere della Nazionale con il 12-10 del secondo set. Imprendibile Esposito , altro 16-10 e risultato a tre frecce dalla fine sul 44-30. Vince senza nessun problema l’azzurrino che chiude la gara 54-36
I TITOLI DEL COMPOUND JUNIOR – Il nuovo campiono del mondo Junior compound è l’austriaco Nico Wiener vincente sullo statunitense Steven Collins 67-63. Lo sloveno Stas Modic vince il bronzo in una finale conclusa allo shoot off 59-59 (5*-5) contro lo svedese Isak Carlsson. Il titolo al femminile in una finale tutta USA va a Sophia Strachan con il 59-58 su Savannah Vanderwier. Nella finale per il bronzo Rebecca Lennon (GBR) batte 55-51 Gabby Dale (AUS).

LE FINALI INDIVIDUALI DEGLI AZZURRI
Domenica 2 ottobre
Finale per l’oro arco nudo Junior femminile SARA NOCETI-MALIN MEDBO (SWE) 43-39
Finale per il bronzo arco nudo Junior maschile ERIC ESPOSITO-CORENTIN ANGOT (FRA) 54-36
Finale per l’oro arco nudo Junior maschile ALESSIO NOCETI-MARK SCHLAUDRAFF (USA) 50-33
Finale per l’oro arco olimpico Junior femminile CHIARA REBAGLIATI-BRYONY PITMAN (GBR) 48-46
Finale per l’oro arco olimpico Junior maschile YURI BELLI-ALEN REMAR (CRO) 55-58
Finale per l’oro arco nudo femminile ELEONORA STROBBE-CHANTAL PORTE (FRA) 37-43
Finale per l’oro arco olimpico femminile JESSICA TOMASI-AMY OLIVER (GBR) 45-50
Finale per il bronzo arco olimpico maschile MARCO MORELLO- JEAN CHARLES VALLADONT (FRA) 56-57
Finale per l’oro compound femminile IRENE FRANCHINI-LINDA OCHOA-ANDERSON (MEX) 64-62