8 dicembre 2016

Proseguo lo sviluppo di Mitsubishi: a Parigi arriva il Concept GT-Phev

Dopo il “Concept XR PHEV II” presentato al Salone di Ginevra 2015 e il “Concept eX” in mostra al Salone di Tokyo 2015, Mitsubishi Motors Corporation (MMC) prosegue nella paziente opera di cesellatura della sua filosofia di design, riaffermando la propria volontà di assumere un ruolo sempre più decisivo nel mercato dei SUV. Questo autunno, MMC amplia questo viaggio concettuale al Salone di Parigi 2016 con l’anteprima mondiale del nuovissimo “Concept Ground Tourer-PHEV” (o “GT-PHEV”): un SUV coupé giapponese di fascia alta per un’esperienza di guida inedita.

La forma segue le funzioni Il Concept GT-PHEV è la terza declinazione della nuova filosofia di design di Mitsubishi Motors “Form follows Function”, espressa da quattro potenti elementi: – Possibilità aumentate – Bellezza funzionale – Dinamismo scultoreo – Manifattura giapponese La combinazione che si cela dietro la griglia frontale “Dynamic Shield”, in costante evoluzione dal 2014, ora si espande agli strati più alti del panorama automobilistico con il Concept GT-PHEV. Come suggerisce il suo nome evocativo, il Concept Ground Tourer-PHEV offre un’esperienza di guida rilassata su strada e in fuoristrada*, ospitando i passeggeri in un ambiente confortevole e dal design ricercato, in cui spicca il pannello strumenti orizzontale – emblema della spaziosità dell’abitacolo e dotato dei comandi che permettono al conducente di reagire più prontamente ai cambiamenti nel comportamento del veicolo – nonché una serie di altre dotazioni funzionali e di alta qualità.

Le linee intense del Concept GT-PHEV sono concepite per conferire una sensazione rassicurante al conducente e allo stesso tempo invogliarlo a spingersi all’avventura, un concetto particolarmente evidente nella composizione a lingotto, nell’attenta bisellatura delle superfici e nei profili possenti che si ricongiungono a parafanghi posteriori. Confezionata su misura per la mission e le ambizioni di alto livello di GT-PHEV, la griglia frontale Dynamic Shield impone la sua presenza sulla strada. La griglia oscurata, illuminata da schermi cromati con una lavorazione a intarsio e una sezione superiore nero piano simboleggia le prestazioni avanzate del sistema PHEV.

Il design punta inoltre a esprimere funzionalità attraverso la gestione precisa dell’energia ottenuta dagli schermi adattativi che si azionano per ridurre la resistenza aerodinamica gestendo al contempo in modo ottimale il raffreddamento del sistema PHEV. I fari su entrambi i lati sono divisi in senso verticale con una disposizione più pertinente dal punto di vista della sicurezza: – la metà superiore alloggia le luci diurne e gli indicatori di direzione per renderli maggiormente visibili ai pedoni, – mentre nella metà inferiore sono inseriti i fari veri e propri (abbaglianti e anabbaglianti) per evitare effetti di accecamento sui veicoli o i passanti che procedono in senso opposto. Lo stile elaborato dei gruppi luce, inoltre, conferisce al Concept GT-PHEV un carattere sofisticato e avanzato. Nella parte alta, il design fluttuante del tetto, con finitura in contrasto rosso “bordeaux” coordinata con gli interni, sottolinea il dinamismo della silhouette: con la sua sezione trasversale curva e la troncatura netta nel tratto discendente, il tetto e il caratteristico montante C, ispirato all’ala di coda di un aeroplano, creano un’immagine agile e scattante che si contrappone in modo deciso all’intensità della carrozzeria, per conferire un look sportivo.

Viste lateralmente, le linee del cofano, del tetto e di cintura – evidenziate dai riflessi della complessa finitura “bianca metallizzata” della scocca principale – trasmettono visivamente l’idea di un veicolo stabile, che si traduce in una sensazione di sicurezza e di movimento per conducente e passeggeri. Sul posteriore, la caratteristica principale del Concept GT-PHEV è la combinazione di gruppi luce che si estendono per tutta la larghezza del portellone lungo un’unica linea. Assieme al paraurti sporgente questo effetto di stile conferisce al posteriore un look molto voluminoso che suggerisce grande stabilità. All’interno dei gruppi luce, gli stop, gli indicatori di direzione e le luci di retromarcia sono disposti in verticale utilizzando una combinazione di elementi spigolosi e tubolari per uno stile esclusivo. Nella parte inferiore, il paraurti è caratterizzato dalla presenza di una piastra di protezione con rivestimento in gomma simile a quella utilizzata sul paraurti anteriore che rafforza l’immagine di stabilità e robustezza del SUV. MITSUBISHI GT-PHEV monta cerchi in lega a 5 razze caratterizzati dallo stesso look tridimensionale della carrozzeria che rendono il look degli angoli inferiori ancora più intenso.

Per il Cocept Ground Tourer-PHEV, gli ingegneri Mitsubishi Motors hanno sviluppato un tema degli interni che abbina la raffinata manifattura giapponese con un’ergonomia intuitiva. La novità consiste nell’introduzione del pannello strumenti orizzontale: il layout innovativo, che offre un’eccellente visione panoramica su “un solo piano” proiettata in avanti, crea una sensazione di spaziosità e apertura e amplia visivamente lo spazio interno, mentre il dettaglio diritto cromato aiuta il conducente a percepire in modo intuitivo i cambiamenti nel comportamento della vettura in fuoristrada (se consentito dalla legge). Sul frontale ergonomico, i selettori del cambio e del fondo stradale sono realizzati come manopole che ne facilitano l’utilizzo quando si guida in fuoristrada e, come altri comandi, sono rifiniti in argento per renderli immediatamente identificabili e facili da individuare.

La consolle posizionata centralmente sfrutta un display intelligente che comunica informazioni utili, tra cui la velocità del motore e il flusso di energia. Il display si può commutare in modalità di navigazione la quale si connette a reti di informazione per fornire notizie sui percorsi e sugli intrattenimenti disponibili a destinazione. I monitor su entrambi i lati del cruscotto sfruttano le telecamere e fungono da specchietti aggiuntivi per mostrare la visuale dietro al veicolo. Il display nella parte alta del parabrezza visualizza la velocità di crociera e i dati di navigazione minimi necessari, migliorando la sicurezza in quanto riduce la necessità per il conducente di spostare lo sguardo dalla normale visuale. Ultimo, ma non meno importante, per l’allestimento di questi interni contemporanei di alta qualità, MMC Design ha scelto finiture in pelle pregiata per pannello strumenti, consolle centrale, pannelli delle porte e sedili in una combinazione di bordeaux/nero con impunture argentate coordinate con i comandi e gli interruttori. Elevata mobilità Facendo leva sulle tecnologie leader di settore per la propulsione elettrica e la trazione integrale, Mitsubishi Motors ambisce a far sconfinare il genere dei SUV in nuovi territori.

Come dimostrazione tangibile di questa ambizione, il Concept GT-PHEV sfrutta l’avanzato sistema proprietario di MMC PHEV (ibrido elettrico plug-in), questa volta con un layout a tre motori elettrici (al posto dell’attuale assetto con due motori), assieme alla tecnologia di connessione a bordo che aiuta a sfruttare al massimo le prestazioni consentendo ai tutti i conducenti, indipendentemente dalle loro capacità, di seguire la traiettoria scelta anche in presenza di diversi fondi stradali con sicurezza, per sperimentare il vero piacere della guida – in dettaglio:

• Sistema PHEV (ibrido elettrico plug-in)

Il Concept MITSUBISHI GT-PHEV sfrutta un nuovo concetto di sistema ibrido elettrico plug-in appositamente sviluppato per un SUV all-round di fascia alta. Partendo dalla formula di successo inaugurata con Outlander PHEV, ovvero quella dell’architettura di un veicolo elettrico (al posto del semplice adattamento di un veicolo ICE a un’applicazione PHEV), il sistema comprende:

– Un pacco batterie ad alta capacità, di prossima generazione con elevata densità energetica da 25 kWh montato sotto il pianale.

– Un sistema a tre motori che sfrutta i motori ad alta efficienza e alta potenza con inverter integrali al carburo di silicio (SiC), uno sull’anteriore e uno sul posteriore. Ciò consente di aumentare il range di velocità per l’alimentazione solo con motori elettrici (entro i limiti di velocità).

– La trasmissione sfrutta un motore benzina da 2,5L progettato per l’impiego nel sistema PHEV. In modalità Series Drive, dove funge da generatore, il motore offre un’elevata efficienza energetica.

Il motore presenta dimensioni ottimizzate per l’uso in modalità Parallel Drive Mode e con un transaxle anteriore a due velocità offre buone prestazioni di efficienza energetica e accelerazione. Il sistema seleziona la marcia con rapporto di riduzione alto per contenere i consumi nelle percorrenze ad alta velocità (entro i limiti) in circostanze normali, e le marce con rapporto di riduzione basso per una migliore accelerazione nelle salite e nei sorpassi. L’efficienza complessiva del sistema PHEV è stata inoltre migliorata per il Concept GT-PHEV attraverso una serie di accorgimenti, tra cui:

– Razionalizzazione strutturale e riduzione del peso,

– Riduzione della resistenza aerodinamica attraverso l’uso di schermi automatici sulla griglia,

– Sospensioni adattive sensibili alla velocità del veicolo che controllano l’altezza di marcia.Il concept offre così un’autonomia in modalità interamente elettrica di 120 km e un’autonomia complessiva totale di oltre 1.200 km con un pieno e la batteria completamente carica, mentre con un livello di emissioni di CO2 inferiore a 26 g/k GT-PHEV è in testa al segmento delle vetture ibride plug-in.

• Sistema 4WD

Nella configurazione con trazione integrale e tre motori ad alta potenza e alta efficienza del Concept GTPHEV, il motore elettrico è alimentato sull’assale anteriore da un motore singolo da 90 kW mentre sull’assale posteriore da due motori da 45 kW. Il propulsore impiega inoltre il sistema di controllo dinamico integrato nella vettura Super All-Wheel Control (S-AWC) di Mitsubishi Motors. Dotato della funzione Active Front Differential (AFD), che controlla la ripartizione di coppia tra le ruote anteriori, il sistema elettrico Active Yaw Control (AYC) sul posteriore e la tecnologia Active Stability Control (ASC), il sistema S-AWC potenzia significativamente l’accelerazione, la velocità in curva e la frenata del veicolo:

– Il sistema di propulsione con trazione integrale e triplo motore è stato significativamente migliorato dal punto di vista della risposta di coppia anteriore e posteriore. Inoltre, grazie alle caratteristiche intrinseche del veicolo elettrico che sviluppa la massima coppia da fermo, il propulsore offre prestazioni esaltanti. L’AFD regola la ripartizione di coppia anteriore per migliorare le prestazioni in curva. Inoltre migliora la stabilità del veicolo, riducendo il pattinamento e trasferendo una trazione efficace sui fondi stradali sconnessi, innevati e altre superfici scivolose.

– L’AYC elettrico regola la potenza dei due motori posteriori e genera un differenziale di coppia tra le ruote posteriori, a seconda delle condizioni stradali. Ciò produce un momento di imbardata che migliora le prestazioni in curva e contribuisce a regalare una maneggevolezza scattante e un’agilità impensabili per una vettura di queste dimensioni. Quando una delle ruote inizia a perdere aderenza e non è in grado di trasmettere correttamente la trazione sul fondo stradale, l’AYC genera un’ampiezza di coppia che supera quella di un motore singolo sull’altra ruota, per mantenere e migliorare le prestazioni di trazione.

– L’ASC entra in funzione quando il sistema rileva una qualche instabilità e regola la forza frenante su ciascuna ruota, oltre alla potenza del motore elettrico e del motore, per stabilizzare il comportamento della scocca, assicurando una maneggevolezza flessibile e rassicurante oltre alla stabilità di guida necessaria per affrontare le variazioni del manto stradale o comandi inadeguati del conducente. Il sistema proprietario di Mitsubishi Motors S-AWC controlla il comportamento delle quattro ruote attraverso la gestione integrata dei sistemi AFD, AYC elettrico e ASC, permettendo al conducente di accelerare, curvare e frenare conformemente alle proprie intenzioni e fornendo una stabilità eccellente che supera di gran lunga qualunque altro sistema sperimentato con padronanza.

• Tecnologia di connessione a bordo

Sfruttando al meglio le informazioni ottenute attraverso i sistemi di telecomunicazione, i sensori e le telecamere a bordo, il Concept MITSUBISHI GT-PHEV eleva a un livello superiore le prestazioni ambientali del sistema PHEV nonché le prestazioni dinamiche del propulsore a tre motori 4WD. Il risultato: un’esperienza di guida ancora più piacevole, rassicurante e confortevole. A titolo di esempio, quando il conducente inserisce la destinazione nel navigatore di bordo, la tecnologia di connessione ricerca le informazioni sulle condizioni meteo, la temperatura, la topografia, le strade e le condizioni delle superfici attese durante il viaggio. Sulla base di queste informazioni, gestisce in modo ottimale l’energia contribuendo a ridurre i consumi. Inoltre, il controllo ottimale e automatico della ripartizione di coppia anteriore/posteriore e sinistra/destra del propulsore a trazione integrale a tre motori consente una guida più sicura e confortevole. Infine, grazie alla regolazione delle sospensioni e degli ammortizzatori in presenza di fondi sconnessi, si hanno sempre le condizioni di guida ottimali e un equilibrio perfetto tra sicurezza e facilità di guida.

*Se consentito dalla legge Intensità

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.