10 dicembre 2016

Frosinone, la Polizia alza la guardia contro i reati predatori

Continuano senza sosta i servizi straordinari di prevenzione e controllo del territorio predisposti in sede di “Cabina di regia”, riunione nella quale viene pianificata in modo puntuale l’attività di polizia voluta dal Questore Santarelli per contrastare con pugno duro le varie forme di illegalità.

Una tre giorni di controlli straordinari del territorio quella voluta dalla Questura di Frosinone che ha riguardato, in particolare, il capoluogo ed i territori di competenza dei Commissariati di P.S. di Cassino, Sora e Fiuggi.

Gli uomini dei Commissariati di P.S. hanno passato al setaccio le arterie principali che conducono alla citta martire, alla città termale ed alla città volsca, i maggiori luoghi di ritrovo di giovani le stazioni di autobus e quella ferroviaria.

Anche pattuglie della Polizia Stradale hanno concorso al controllo del territorio raggiungendo le località più distanti dal capoluogo e dai Commissariati.

 Con tale attività, già inserita nel piano “Estate Sicura”,  la Polizia di Stato punta sulla prevenzione per arginare il fenomeno dei furti e dei reati predatori e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, da sempre obiettivi prioritari dell’attività di Polizia di Stato.

 Nel corso di questo week end, nonostante la concomitanza con altre importanti manifestazioni che hanno visto impegnati gli agenti della Questura di Frosinone in diversi servizi di O.P., sono stati effettuati 26 posti di controllo, identificate oltre 700 persone, verificata la regolarità di circa 500 veicoli, elevate 23 contravvenzioni al codice della strada, ritirati 2documenti e sequestrati 2 veicoli per violazione alla normativa del codice della strada.

A Cassino gli agenti della Squadra Volante hanno denunciato un quarantacinquenne partenopeo, con precedenti per reati contro il patrimonio, che nella tarda mattinata di ieri è stato visto più volte aggirarsi nei pressi di un supermercato della città martire.

Gli operatori di Polizia, durante il normale servizio di controllo del territorio, hanno individuato il cittadino campano che, dopo essere stato fermato, alla richiesta dei propri documenti d’identità, ha opposto qualche resistenza. Ma quella fisionomia non è sfuggita ai poliziotti che lo avevano fermato, sempre in analoghe circostanze, solamente qualche mese prima.

Fatti i dovuti accertamenti, il cittadino campano è risultato essere stato già stato allontanato con Foglio di Via Obbligatorio.

Il ritorno nella città di Cassino gli è costata la denuncia.

About Samantha Lombardi 4034 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it