8 dicembre 2016

Caclio, serie D, l’ Ostiamare stoppata dal Foligno, finisce 1 a 1

Un punto positivo, al termine di una gara difficile, contro un avversario tosto, e senza due pedine fondamentali come Vano e il capitano, Adriano D’Astolfo. Così l’1 a 1 finale tra Ostiamare e Foligno, con i biancoviola che, sotto dopo 3 minuti (rete di Giambi), impattano al 12′ con la prodezza di Colantoni e poi cercano, senza successo, di trovare la rete decisiva, contro un avversario che ha mostrato di non meritare la classifica attuale, coriaceo e con valori importanti, un ostacolo difficile per tante altre di questo Girone. I lidensi, con il secondo pari di fila, e soprattutto il quinto risultato utile, si portano a 11 punti in graduatoria.
Dopo il doveroso applauso a Davide Barrago, che oggi ha festeggiato le 100 presenze con la maglia dell’Ostiamare, si parte e l’inizio non è dei migliori per la squadra di Alfonso Greco perchè dopo 3 minuti il Foligno si porta in vantaggio. Troppo libero di tirare Diego Giambi, numero 4 della compagine umbra, che con un rasoterra non forte ma preciso, beffa il numero uno biancoviola, festeggiando con i compagni la rete dell’1 a 0.
La reazione lidense fatica ad arrivare, ma al 12′ la gemma di Colantoni (” Dedico questa rete a me stesso, dopo un periodo difficile, e ringrazio la Società biancoviola che mi ha dato quest’opportunità e ha creduto in me “, queste le sue parole a fine match, ndr), che soprende il giovane Piccheri (classe ’98) con una conclusione da distanza siderale, consente all’Ostiamare di raggiungere ben presto la parità. Invenzione del numero cinque, che festeggia così la prima rete con la sua nuova maglia, e gara in parità. Parità che sarà poi finale.
Ma la gara prosegue con vivacità. Frequenti gli scontri, grande la lotta tra le due squadre, pronte a fronteggiarsi a viso aperto e senza troppi tatticismi, ma le occasioni latitano. In avanti il colosso d’ebano del ’93, Barwuah (uno dei fratelli di Mario Balotelli, ndr) fa a sportellate con i difensori lidensi, appoggiandosi a Merkaj e Nedelkovski, mentre Magrassi (poi colpito duro alla testa, che sarà fasciata con un turbante e che lo costringerà ad ulteriori cure, ndr) lotta alla grande ma non riesce a trovare spazi, e nella ripresa cederà il posto all’ultimo arrivato in casa Ostia, Gabriele Passamonti, classe ’95, ex Spezia.
Proprio Passamonti, all’esordio in biancoviola (” Felice di questa nuova avventura, sono contento di essere ripartito da questa importante realtà, devo lavorare molto ma con questo staff non avrò problemi a ritornare ai livelli di qualche stagione fa “, così nella nostra seconda intervista), va a sfiorare il gol vittoria. DI testa impatta alla grande, nel cuore dell’area, ma la palla finisce sul fondo di un nulla, a Piccheri battuto. Nel finale ci prova ancora l’ Ostiamare ma in contropiede non punge e il Foligno tiene bene, portandosi al ” Blasone ” un punto prezioso. Ora tutti a Rieti, forza Ostia!

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE G
5^ GIORNATA DI ANDATA
OSTIAMARE – CITTA’ DI FOLIGNO 1-1
OSTIAMARE: Barrago, Belardelli, Tricoli, Bellini, Colantoni, Piroli, Fraschetti (10’st Coco), Ferrari (19’st Calveri), Magrassi (1’st Passamonti), Attili, Catese. A disp.: Quattrotto, Vecchiotti, D’Astolfo, Cristiano, Rondoni, Breda. All.: Alfonso Greco.
CITTA’ DI FOLIGNO: Piccheri, Calzola, Pilleri, Giambi (38’st Armillei), Adamo, Seye, Merkaj, Catanese, Barwuah (38’st Filippo Fondi), Gabriele Fondi, Nedelkovski (12’st Iovine). A disp.: Stoppini, Felleca, Bagnetti, Orecchiuto, Iuculano, Silvestri. All.: Tommaso Guazzolini.
ARBITRO: Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto.
ASSISTENTI: Martina Bovini di Ragusa; Davide Musumeci di Catania.
MARCATORI: 3’pt Giambi (F), 12’pt Colantoni (OM).

Riccardo Troiani