7 dicembre 2016

Alessandro Arcangeli conquista la Yamaha R1265 Cup 2016

È stato l’Adria International Raceway ad ospitare, nel fine settimana passato, la quinta ed ultima tappa di Yamaha R125 Cup, trofeo monomarca dedicato alla piccola “R” di Casa Iwata, organizzato da AG Motorsport Italia.

Colpi di scena e scambi di posizione repentini non sono ovviamente mancati a quest’ultimo appuntamento di campionato. La tradizionale bagarre in gara, come sempre, è stata preceduta dai corsi di formazione in pista e in aula con gli istruttori della scuola che hanno suggerito ai giovani e determinati piloti della R125 Cup le migliori tecniche di guida e preziosi insegnamenti e consigli sulle varie casistiche e problematiche che si possono presentare in gara.

QUALIFICHE – Alessandro Arcangeli del team Geko Bike già dalle qualifiche riconferma le proprie abilità di guida conquistando la pole-position in 1’34”378, immediatamente seguito dal giovane Filippo Rovelli e Danilo Gueli. Maicol Spaggiari, Alessandro Nassini e Roberto Bellebono seguono in griglia di partenza.

GARA 1 – Allo spegnersi dei semafori, i primi tre piloti in griglia iniziano subito a darsi battaglia. Arcangeli cerca di prendere le distanze, ma Rovelli è spinto dalla determinazione e parte al suo inseguimento. Chiude la fila Gueli. I tempi sono nettamente più bassi rispetto alle passate edizioni del monomarca, segno del continuo miglioramento dei partecipanti. Il romagnolo termina la prima gara in testa, con un tempo di 1’34”501, seguito dai due compagni della prima fila. Bellebono, Russo, Mascellino, Spaggiari, Pizzedaz e Nassini tagliano il traguardo, distanziati solo da alcuni centesimi di secondo tra loro. Sono invece costretti al ritiro Simon Vivas, a causa di un problema tecnico, e Guido Berselli per un contatto con Stefano Guarini.

GARA 2 – Svolte improvvise hanno caratterizzato anche Gara 2. Arcangeli parte subito al comando e Rovelli si lancia all’inseguimento: dal quinto giro il giovane pilota inizia a “timbrare” tempi da record, portandosi in testa alla gara per alcuni giri e lasciando il segno, decretando un record della pista di 1’34”122. Gueli non riesce a mantenere il passo dei compagni, ma continua comunque a controllare il vantaggio sui suoi inseguitori. All’ultima curva dell’ultimo giro i due piloti in testa si giocano la vittoria ma Rovelli scivola e la moto, per pochissimo, non colpisce Arcangeli che parte in volata verso il traguardo. Dietro di lui Gueli, che chiude in seconda posizione, e Bellebono, che conquista il terzo gradino del podio. Quarto Daniel Russo, costretto a convivere con i dolori alla mano causati da una precedente caduta. Nonostante la sfortunata scivolata, Rovelli rialza la moto e termina in decina posizione. Non finiscono la gara Spaggiari, Baldo e Nassini per cadute fortunatamente senza conseguenze.

Come da regolamento, i piloti possono scartare nella classifica finale le due gare peggiori sulle dieci totali (due a round): si calcola quindi il punteggio sulle otto migliori gare dell’anno. Il rookie Alessandro Arcangeli, grazie alla vittoria di ben sei gare, è il vincitore di questa edizione di Yamaha R125 Cup. Per lui, come premio, una straordinaria e fiammante nuova YZF-R3.

I piloti sono ora tutti convocati al prossimo Motor Bike Expo, in programma dal 20 al 22 gennaio 2017 a Verona, per le premiazioni. AG Motorsport Italia sarà presente all’evento con il tradizionale Yamaha Village per raccogliere le iscrizioni e presentare le novità e livree 2017.


CLASSIFICA FINALE

1° Alessandro ARCANGELI

2° Danielo GUELI

3° Daniel RUSSO


CLASSIFICA FINALE ROOKIE

1° Alessandro ARCANGELI

2° Diego MASCELLINO

3° Filippo ROVELLI

About Emanuele Bompadre 8254 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.