9 dicembre 2016

Ad Aversa la seconda giornata della Festa del Dono

Martedì 4 ottobre va in scena ad Aversa la seconda giornata della Festa del Dono, maratona di solidarietà che quest’anno vede protagonisti fianco a fianco la Libreria Sociale “Il Dono” e lo storico Jazz Club Lennie Tristano.

All’insegna della musica quella che si terrà al chiostro della Chiesa di San Francesco delle Monache, capolavoro romanico tra i meglio conservati della Campania, che sarà teatro di un’happening che durerà tutta la giornata.

Giornata che inizierà alle 11 con la messa officiata dal vescovo Angelo Spinillo, seguita alle ore 13 dal pranzo di solidarietà offerto dalla Caritas e nel pomeriggio dall’apertura della mostra pittorica “Alla maniera degli Impressionisti” con i lavori degli alunni del laboratorio artistico dell’ I. C. “D. Cimarosa” e dalla visita guidata teatralizzata al Chiostro, condotta da Grazia della Volpe per l’ associazione Sinopia in collaborazione con Il Nostos Teatro.

Infine a partire dalle ore 20 la maratona musicale “S(U)ono Solidale”, che sarà aperta dal concerto del trio del pianista Francesco Marziani con ospite d’onore il sassofonista Andrea Ventriglia. Con loro Domenico Iavazzo, batterista aversano  dotato di raffinato tocco e solida tecnica, e il bassista Aldo Capasso, vincitore del premio Giovani in Jazz edizione 2014.

Dopo di loro spazio Giglio, l’ex cantante dei The Gentlemen’s Agreement, che presenta i brani di “Quartieri spagnoli”, il suo esordio da solista e poi per il gran finale al duo di Edoardo Amirante, violinista che proprio in questi giorni ha presentato alla presenza delle autorità cittadine il suo progetto orchestrale Archi nei Parchi, affiancato dal chitarrista Francesco Di Vicino.

Si prospettano, inoltre, ulteriori partecipazioni di musicisti legati al Lennie Tristano, che non mancheranno per l’occasione di riempire il palcoscenico con una Jam session non stop.

Info allo 081 8907625 e al 333 3295497.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.