6 dicembre 2016

Ostia, donna italiana costretta a vivere in macchina, CasaPound avvia raccolta fondi

Una donna italiana con problemi di salute costretta a vivere in auto da settimane. Accade ad Ostia, sul litorale romano ed a denunciare la situazione è CasaPound Italia attraverso un video pubblicato su facebook dal responsabile locale Luca Marsella che ha incontrato ed intervistato la donna.

«Il municipio e le politiche sociali – spiega CasaPound in una nota – hanno completamente abbandonato questa donna al suo destino dopo lo sfratto dalla casa dove era in affitto. Non possiamo stare a guardare ed abbiamo avviato una prima raccolta fondi per dare un sostegno economico alla signora che è l’emergenza più grave. Sarà possibile partecipare alla raccolta dando un contributo anche minimo da oggi a venerdì sera nel punto raccolta che sarà allestito presso l’Idrovolante Pub dalle 19 alle 24 in via Pucci Boncambi, 63. Ci batteremo inoltre affinché alla donna sia offerta dal Comune di Roma una soluzione dignitosa in quanto è in attesa di un alloggio popolare da molti anni e ne ha il pieno diritto considerando che ha ottenuto punteggio massimo nelle graduatorie. Purtroppo questo caso non fa altro che dimostrare ancora una volta che le istituzioni, sempre pronte ad aiutare stranieri e clandestini, restano indifferenti alle situazioni di emergenza degli italiani in difficoltà. Noi non siamo disposti a vedere il nostro popolo morire in mezzo alla strada ed invitiamo i nostri iscritti ed i cittadini – conclude la nota – a partecipare alla raccolta».

About Emanuele Bompadre 8245 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.