8 dicembre 2016

Roma, arrestati “Cucciolo”, “Neno” e il “Nano”: sequestrati 1,4 chili di droga

“Cucciolo e “Neno” sono i due soprannomi con i quali erano conosciuti i due romani arrestati ieri dagli agenti della Polizia di Stato.

Sono stati gli investigatori del Commissariato Esposizione a bloccarli individuando anche un box dove era nascosta la sostanza stupefacente, oltre 1,4 kg di hashish.

Siamo a “Laurentino 38”, più precisamente in via Enrico Pea, in un’area verde dove i poliziotti hanno effettuato dei servizi volti al contrasto dello spaccio di droga.

Proprio ieri, nel corso di un appostamento, sono stati sorpresi due uomini  cercare qualcosa nella fitta vegetazione; alla vista della polizia i due hanno cercato di fuggire gettando via delle “confezioni” che avevano in mano.

Inseguiti e fermati sono stati identificati per S.M. detto “cucciolo” e D.F.W. detto “neno” entrambi romani di 42 e 37 anni già noti alle forze di polizia.

All’interno di un box in uso a “cucciolo” – individuato anche grazie al fiuto del cane antidroga del reparto cinofili – gli agenti hanno trovato, nascosti all’interno di una borsa, 14 “panetti” di hashish, oltre ad un bilancino di precisione e alcuni involucri utilizzati per il confezionamento della sostanza.

Accompagnati negli uffici del Commissariato Esposizione i due spacciatori sono stati arrestati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti.

Stessa sorte toccata anche al “nano”, altro spacciatore conosciuto nell’ambiente con questo soprannome, dovuto probabilmente alla statura.

M.S., queste le sue iniziali è stato fermato in via Monte Crocco dagli agenti del Commissariato Fidene-Serpentara, dove è stato sorpreso durante un vendita di alcune dosi di cocaina ad un cliente occasionale.

Al termine degli accertamenti di rito anche per lui è stato messo adisposizione dell’Autorità Giudiziaria.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.