7 dicembre 2016

Pomezia, gestione virtuosa dei prodotti: la città pilota del progetto Urban Wins

Portare la gestione dei rifiuti a un altro livello. E’ questo lo slogan del nuovo progetto europeo UrbanWins, finanziato dal Programma Ricerca e Innovazione Horizon 2020, che studierà come le Città consumano, producono ed eliminano i propri rifiuti per sviluppare e testare piani e soluzioni innovative che puntino a migliorare la gestione e la prevenzione dei rifiuti. Otto le Città pilota scelte in sei Paesi Europei: Austria, Italia, Portogallo, Romania, Svezia e Spagna. Pomezia è tra queste, a rappresentare l’Italia insieme a Cremona e Torino.

Il Sindaco Fabio Fucci e l’Assessore Lorenzo Sbizzera sono a Cremona, Comune coordinatore del progetto in Italia.

“Siamo onorati di essere qui e di far parte di questo progetto che mira allo sviluppo di nuove strategie e soluzioni innovative in materia di gestione dei rifiuti – dichiara il Primo Cittadino – Se Pomezia è stata scelta come Città pilota è perché il cambiamento nel ciclo di gestione dei rifiuti e di tutela dell’ambiente degli ultimi tre anni è stato importante. Pomezia ha già raggiunto ottimi risultati nel recupero dei materiali attraverso la raccolta differenziata: con questo progetto puntiamo, anche tramite il coinvolgimento di altri partner europei, a migliorare il processo di riduzione dei rifiuti alla fonte. L’obiettivo di UrbanWins è sviluppare e testare metodi per la ricerca e la sperimentazione di piani strategici innovativi e sostenibili per la riduzione e la gestione dei rifiuti. Pomezia è stata considerata una realtà interessante da questo punto di vista e sarà quindi, per i prossimi tre anni, al centro dei Piani strategici per la prevenzione e gestione dei rifiuti”.

“Pomezia avrà la possibilità di partecipare a uno studio sulla gestione dei rifiuti su scala europea – aggiunge l’Assessore Sbizzera – e di individuare da questo soluzioni a livello locale. L’obiettivo è migliorare la nostra gestione dei rifiuti sotto ogni aspetto, lavorando insieme alle realtà più virtuose in Europa”.
Il progetto, che ha una durata di 3 anni, è coordinato dal Comune di Cremona in partenariato con 26 organizzazioni. In Italia, il partenariato è formato da Comune di Cremona, ISTAT, Città di Torino, Città Metropolitana di Roma Capitale, Università di Venezia IUAV, Fondazione Ecosistemi, Camera di Commercio Industria e Artigianato di Cremona, Linea Gestioni srl, Marraiafura Comunicazione.