4 dicembre 2016

Bagnoli, De Cristofaro: sto con comitati, domani saro’ a corteo

“Nastasi non serve ne’ a Napoli ne’ a Bagnoli. Come Sinistra Italiana ci siamo opposti nelle aule parlamentari allo ‘sblocca-Italia’, e, quindi al commissariamento di Bagnoli. Pertanto, chiediamo a Renzi di rimuovere quanto prima questo inutile e dannoso regime commissariale che, invece di semplificare, rende piu’ opache e farraginose le scelte per la citta’”. Con queste parole il senatore di Sinistra Italiana Peppe De Cristofaro conferma la propria partecipazione al sit-in organizzato domani a Roma dall’Assemblea Popolare Bagnoli Libera per protestare contro le scelte governative per l’area occidentale di Napoli. “Il governo – prosegue – si impegni piuttosto ad avviare, insieme al sindaco de Magistris e alle altre istituzioni locali, gli interventi di cui Bagnoli ha realmente bisogno, a partire dalla completa bonifica dei suoli, primo necessario passo per ogni programma di sviluppo”.

“Bagnoli e’ il simbolo del disinteresse della politica nazionale verso Napoli e del Mezzogiorno. E il desolante immobilismo che segna questa area, l’assenza di investimenti e programmazione, di visione strategica e politiche partecipate sono il segno piu’ evidente dei problemi che impediscono lo sviluppo economico e sociale del Sud e dell’intero Paese. Il commissariamento di Renzi ha solo aggravato la situazione ed e’ necessario un cambio di direzione netto che restituisca finalmente credibilita’ ai progetti per l’area dell’ex Italsider”. “Il commissariamento imposto dal premier alla citta’ – conclude De Cristofaro – non e’ solo un’insopportabile privazione di sovranita’ per il sindaco e per i cittadini, ma anche l’ennesimo segnale della scarsa conoscenza e considerazione che il governo mostra verso le ragioni e le necessita’ della nostra citta’”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.