8 dicembre 2016

Casilina calcio, va al Colle Oppio la settima edizione del memorial Adriano Luffarelli

Una bella festa in ricordo di un amico del Casilina e di tutta la borgata di Finocchio. Sabato scorso al De Fonseca è andata in scena la settima edizione del memorial “Adriano Luffarelli”, vinta dalla compagine di Prima categoria del Colle Oppio che ha avuto la meglio sulle due formazioni Juniores regionali del Tor Sapienza e dei padroni di casa del Casilina. Un evento fortemente voluto dal presidente del club rossoblu Umberto Coratti, tra l’altro unito a Luffarelli da un sentimento di grande amicizia. All’appuntamento non sono mancati esponenti della famiglia Luffarelli, vale a dire il fratello Mauro e il papà Franco che hanno voluto ringraziare tutti i presenti e le squadre partecipanti per aver onorato ancora una volta il ricordo di Adriano. Il torneo, come detto, se lo è aggiudicato il Colle Oppio che ha fatto valere la propria esperienza e la miglior qualità nei confronti delle giovani avversarie. Nel match d’esordio del triangolare, infatti, i vincitori della manifestazione hanno piegato per 2-0 il Tor Sapienza, poi per esigenze organizzative hanno giocato anche la seconda partita superando di misura (1-0) i padroni di casa del Casilina allenati da mister Francesco Ruperto. Nella terza e ultima gara, valida praticamente per il secondo posto, il Tor Sapienza l’ha spuntata per 1-0 sul Casilina. Al termine della settima edizione del memorial Luffarelli, è stata celebrata una breve cerimonia di premiazione con un piccolo rinfresco a seguire. Per la Juniores è stata una sorta di prova generale perché sabato prossimo, sul campo del Villalba, inizia l’avventura nel girone B della categoria regionale. Tempo d’esordio anche per la Prima categoria che domenica sarà di scena sul campo del Praeneste.
Intanto ieri il presidente Umberto Coratti e il dirigente Luigi Di Stante hanno partecipato alla cerimonia ufficiale organizzata dal Carpi Football Academy che ha riunito tutte le società affiliate al club emiliano in Italia e anche all’estero (Belgio, Malta e Sierra Leone) e che di fatto ha segnato l’avvio di una nuova stagione targata Carpi per il Casilina.