10 dicembre 2016

Calcio, Serie D, gran punto a L’Aquila, Ostiamare con grinta e determinazione per 75 minuti in 10 uomini

Un punto figlio di un grande gruppo che, in 10 uomini, con grinta, determinazione e la giusta sofferenza, ha impattato sul difficile campo del ” Gran Sasso” contro una big come l’ Aquila di mister Morgia. E’ così che è andata la sfida di Via Montorio al Vomano, dopo la partenza super dei lidensi, in gol con Vano, poi espulso per un “calcetto” a La Vista. Da quel momento in poi c’è stata la pressione della compagine abruzzese, che ha impattato con Valenti, ma c’è stata anche la grande compattezza dei biancoviola di Alfonso Greco, che si sono difesi, provando anche ad offendere, e che sono tornati a casa con un pareggio importante.
Come detto, approccio fantastico dei ragazzi di Ostia, subito in rete. Al 2′ Attili confeziona l’assist, Vano lo trasforma in rete, la quarta stagionale per il gigante dell’attacco lidense. Aquila colpita a freddo dal numero nove biancoviola. Ma la risposta non tarda ad arrivare: al 7′ Russo si muove bene in area, e poi conclude verso la porta difesa da Quattrotto. La palla sfila a fondo campo anche se non di molto.
Al 12′ è ancora Ostia protagonista con Attili che prova il tiro dalla lunga distanza, Salvetti blocca in due tempi. Poi, due minuti, e cambia totalmente la partita, perchè l’anconetano Vitale richiama l’attenzione del direttore di gara, il maceratese Stampatori, che va ad espellere Vano, per un “calcetto” al numero 8 La Vista, dopo che si erano scaldati gli animi, in seguito ad un fallo subito dal biancoviola Belardelli. Un’ingenuità che ha costretto l’Ostiamare a 80 minuti di sofferenza.
A partire dall’ingresso in campo di Valenti, tra i migliori in casa aquilana. Il numero 20 è già protagonista decisivo al 36′ quando esplode un destro dai 20 metri, Quattrotto la tocca ma non riesce ad impedire alla palla di finire in fondo al sacco. 1 a 1 e il ” Gran Sasso” s’infiamma. Ma l’ Ostiamare si compatta, alla grande, non disdegnando comunque qualche sortita offensiva, come quando a fine primo tempo Bellini prova dal limite, la palla finisce sul fondo di poco.
Riparte la gara, dopo la pausa, ed è ancora il team biancoviola a farsi vedere dalle parti di Salvetti, con Catese anticipato al momento della battuta, in area di rigore. L’ Aquila però riparte subito, con manovre avvolgenti e al 31′ va vicina al gol vittoria. Minincleri s’inserisce bene in area e colpisce la sfera, traversa interna e palla che viene smanacciata da Quattrotto e poi spazzata. Quattrotto sarà bravo anche su La Vista, con la parata a mano aperta. E’ un finale in sofferenza, con le proteste dei padroni di casa per la sterzata in area di Valenti, contrastato dai difensori biancoviola, non punita con il rigore, ma con grande grinta e con spirito di sacrificio l’ Ostiamare porta a casa un punto davvero prezioso, al fischio finale del signor Stampatori. Ostiamare che carattere!

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE G
4^ GIORNATA DI ANDATA
L’AQUILA – OSTIAMARE 1-1
L’AQUILA CALCIO: Salvetti, Pupeschi, Gagliardini, Diktevicius, Sembroni (29’pt Valenti), Pietrantonio, Minincleri, La Vista, Ganci (26’st Bonvissuto), Zane, Russo (36’st Faal). A disp.: Farroni, Di Crosta, Bartoccini, Arboleda, Brenci, Sieno. All. Massimo Morgia.
OSTIAMARE LIDOCALCIO: Quattrotto, Belardelli (9’st Calveri), Tricoli, Bellini, Colantoni, Piroli, Fraschetti (14’st Coco), D’Astolfo, Vano, Attili (28’st Magrassi), Catese. A disp.: Barrago, Vecchiotti, Baldinelli, Cristiano, Rondoni, Breda. All. Alfonso Greco.
ARBITRO: Stampatori di Macerata . ASSISTENTI: Vitale, Fumarola, entrambi di Ancona.
MARCATORI: 2’pt Vano (OM), 36’pt Valenti (AQ).
ESPULSO: 15’pt Vano (OM) per comportamento scorretto.

Riccardo Troiani