4 dicembre 2016

Cisterna di Latina, appello di Lucarelli per il Pronto Soccorso

Il Punto di Primo Intervento di Cisterna può e deve essere solo potenziato e non chiuso. Ma a volerlo deve essere tutta la città”.
Antonio Lucarelli, presidente della Commissione consiliare Sanità, lancia un chiaro appello a tutte le forze politiche, di qualunque posizione esse siano, alle organizzazioni e soprattutto alle associazioni del territorio affinché sull’unico presidio sanitario di pronto intervento a Cisterna ci sia un’unanime voce contro la chiusura come pure contro un ulteriore ridimensionamento.
Il nostro Punto di Primo Intervento – afferma Lucarelli – conta circa 14mila interventi l’anno in favore di pazienti cisternesi ma anche di tanti provenienti da Velletri e soprattutto Latina dove il Pronto Soccorso è praticamente al collasso e per traumi o patologie di medio o bassa entità sarebbero destinati a ore ed ore di estenuante attesa e sofferenza, anche con il rischio di un aggravamento del loro stato di salute”.
Dunque, le sorti della nostra struttura sanitaria, a detta di Lucarelli, deve essere vista in un ambito più generale non solo di assistenza ai pazienti locali ma anche del nord della provincia e a supporto dell’ospedale di Latina, nell’ottica prospettata dal nuovo piano sanitario che prevede il ricovero in ospedale sono nei casi più gravi.
Del rischio di una eventuale chiusura o riduzione delle funzionalità del presidio sanitario di via Monti Lepini – continua Lucarelli – devono farsi carico tutti, non soltanto l’amministrazione comunale o la politica ma anche i medici di base che spesso sono in sinergia con il PPI per fare una diagnosi più precisa, e tutte le forze civili. Mi riferisco soprattutto alle associazioni impegnate nel settore socio-sanitario come pure alle organizzazioni sindacali e di ogni altra tutela dei diritti, ai vari comitati, ai singoli cittadini.
Non ultimo ai consiglieri regionali eletti in questo territorio affinché facciano valere il ruolo che gli elettori gli hanno affidato e ci sostengano nelle sedi opportune affinché il nostro diritto alla salute possa essere tutelato”.

About Giovanni Soldato 2949 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.