7 dicembre 2016

Giornate Europee del Patrimonio, visite, incontri, laboratori nei musei d’arte e di scienza, nelle biblioteche, nei parchi e nelle piazze

 

Sabato 24 e domenica 25 settembre 2016 Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio #GEP2016, iniziativa voluta dal Consiglio d’Europa e accolta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Una festa della cultura, che coinvolge dal 1991 tutti i Paesi europei, finalizzata alla valorizzazione del patrimonio culturale degli Stati membri dell’Unione e alla riflessione sul valore della comune matrice identitaria.

Nell’ambito di #Culturaèpartecipazione (hashtag ufficiale della manifestazione) la Sovrintendenza Capitolina ha realizzato, in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo e il Polo Museale di Sapienza Università di Roma, con la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea e con l’Archivio Capitolino un programma che coinvolge, oltre ai musei civici, numerosi siti archeologici e monumentali del territorio e i musei della Sapienza in una serie di eventi che prevedono la partecipazione attiva del pubblico.

Il TEMPO è la chiave attorno a cui ruota l’iniziativa volta a creare una mappa, vera e immaginaria/fantastica, del #TempoinComune.

Intorno a questo argomento cittadini e visitatori saranno coinvolti attivamente, con visite guidate, incontri, laboratori e momenti di gioco, dedicati a rappresentazioni e misurazioni del TEMPO presenti nelle collezioni dei musei civici o diffusi nella città.

Una proposta per conoscere e riconoscere le raffigurazioni che fanno riferimento al trascorrere del tempo e ai suoi effetti, con personificazioni, simboli e allegorie presenti in dipinti, sculture, decorazioni, e per scoprire, nelle strade e sui palazzi, gli strumenti di misurazione, meridiane e orologi che per centinaia di anni hanno scandito le ventiquattro ore, il tempo e la notte nella vita della città.

Dalle 9,30 di sabato 24 alla sera di domenica 25 settembre un’offerta ampia diffusa nella città e uno specifico programma sui social, che si avvarrà anche della collaborazione degli allievi dell’Università La Sapienza consentiranno a tutti di contribuire a delineare una possibile mappa del #TempoinComune.

Più di quaranta appuntamenti in diversi luoghi, tra cui Villa Borghese, il Museo di Roma, la Centrale Montemartini, il Museo dell’ Ara Pacis, i Musei Capitolini, la Villa di Massenzio, il Museo delle Mura, Villa Torlonia (Casina delle Civette), il Museo Napoleonico, il Museo Bilotti, il Museo Canonica, la Galleria d’Arte Moderna, l’Oratorio dei Filippini con la Torre dell’Orologio, la Piazza del Campidoglio con la torre del Palazzo Senatorio, la  Scalinata di Trinità dei Monti, oltre al Museo di Casal de’ Pazzi, l’area di Settecamini e alcuni monumenti oggetto di recenti interventi di restauro.

A questi si aggiungono lo studiolo di Giacomo Mattei nella Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea e i musei del Polo Museale della Sapienza (Museo di Scienze della Terra, Museo delle Origini, Museo del Vicino Oriente, Egitto e Mediterraneo, Museo di Storia della Medicina, Museo di Fisica).

Il calendario completo delle aperture e visite guidate

www.museeincomuneroma.it

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.