9 dicembre 2016

Rugby, Ldm Colleferro Rugby 1965, Benedetti: “L’U16 ha fatto il possibile, ora giocherà il regionale”

Non ce l’ha fatta l’Under 16 del Colleferrosegni, nata dalla collaborazione tra la Ldm Colleferro Rugby 1965 e il Segni. Il gruppo rossonero è stato comunque applaudito dal vice presidente Roberto Benedetti, nonostante i larghi k.o. contro la Lazio e contro la franchigia composta da Anzio e Lanuvio.
«I ragazzi hanno fatto il possibile e in questo momento pagano ancora un organico numericamente ridotto rispetto alle avversarie, che comunque hanno dimostrato un ottimo spessore tecnico. Nella gara di domenica contro l’AnzioLanuvio, per esempio, abbiamo battagliato nella prima parte, poi alla lunga gli avversari hanno determinato un’ampia differenza. Ma questo barrage di qualificazione all’Elite, a cui partecipavamo per la prima volta, ci è servito per capire il nostro punto di partenza nel percorso da affrontare in questa stagione. Ora faremo qualche amichevole e poi ci faremo trovare pronti per il campionato regionale, continuando a lasciare tranquilli i ragazzi e a farli lavorare senza pressioni di risultato». Nel week-end è scesa in campo anche la serie B per un triangolare con Viterbo e Civitavecchia che ha dato buone risposte ai ragazzi di coach Granatelli.
Intanto all’orizzonte c’è un’importante iniziativa ideata dal club del presidente Gianluigi De Vito e annunciata tramite una “lettera aperta” pubblicata sul sito e sulla pagina Facebook ufficiale della Ldm Colleferro Rugby 1965. Dopo aver dato il benvenuto a tutti i nuovi iscritti, il club rossonero «in vista di questa nuova ripartenza» vorrebbe coinvolgere tutti i genitori «in un piano di miglioramento della società in modo da renderla sempre più vicina alle esigenze degli iscritti e dei loro familiari». Per far questo il club ha chiesto a tutti di dare suggerimenti e idee (entro e non oltre il prossimo 24 settembre) tramite mail (all’indirizzo di posta info@colleferrorugby.it) o in forma cartacea da consegnare in segreteria secondo gli orari già resi noti di apertura dell’ufficio. Le idee, le proposte e anche le eventuali domande saranno esaminate dallo staff dirigenziale del club, così da poter dare risposte esaurienti e specifiche durante la riunione di presentazione della società ai familiari degli iscritti. «Ci auguriamo di trovare idee creative e innovative da poter rendere fattibili al più presto così come critiche sane e costruttive» ha concluso il presidente De Vito nella lettera.