5 dicembre 2016

Pallacanestro, Basket Frascati, l’Under 18 Eccellenza riparte senza Cavallo che si è trasferito al Latina in A2

Il vivaio del Basket Frascati ha “colpito ancora”. Gli ultimi trasferimenti illustri dal club tuscolano al grandissimo basket erano stati quelli di Joshua Giammò e di Davide Fiorentino, entrambi finiti al Teramo (società di serie A1). Stavolta a sognare in grande tocca a Matteo Cavallo, guardia classe 2000 che in estate ha disputato già gli Europei Under 16 con la Nazionale azzurra piazzatasi al settimo posto e che è stato uno dei punti di forza del gruppo tuscolano che l’anno scorso ha raggiunto i quarti di finale scudetto di categoria. Cavallo è ufficialmente un giocatore del Latina e tutto il Basket Frascati lo seguirà con grande affetto.
«Matteo è un ragazzo squisito non solo dal punto di vista tecnico, ma anche caratteriale – spiega Roberto Giammò, direttore sportivo tuscolano nonché allenatore della vecchia Under 16 ora divenuta Under 18 Eccellenza – Gli auguriamo le migliori fortune e siamo convinti che possa fare bene: si allenerà con la serie A2 del Latina e questo non potrà che farlo crescere ulteriormente». Il gruppo dell’Under 18 Eccellenza, però, rimane comunque competitivo. «Questa è una squadra che mi mette in grande difficoltà – sorride Giammò – E’ vero che ci sono tre o quattro elementi di grandissimo livello e che hanno tutti i mezzi per fare cose importanti come Cavallo, ma anche il resto del gruppo ha una qualità media notevolissima ed è molto complicato gestire lo spazio da dare a ognuno di loro. Questi ragazzi, però, dimostrano una grande maturità anche in questo senso perché sanno accettare le mie decisioni». Giammò (che tra l’altro è il papà di quello Joshua che spiccò il volo per Teramo qualche anno fa) non è uno che si sbilancia facilmente, ma quando parla delle possibilità dell’Under 18 fa capire tutta la fiducia che ha nei confronti di questi ragazzi.
«Abbiamo centrato l’approdo alle finali nazionali nelle ultime due stagioni. Stavolta abbiamo un gruppo quasi totalmente sotto età visto che in questa categoria giocano ragazzi nati nel 1999 e nel 2000 e noi abbiamo quasi esclusivamente ragazzi di 16 anni. Ma continuando a lavorare come stanno facendo e dando il massimo, anche quest’anno potremmo centrare l’approdo alle finali nazionali». Il lungo percorso inizierà nella seconda metà d’ottobre con l’avvio della prima fase: il Basket Frascati sogna con questi ragazzi.