7 dicembre 2016

Al MotorLand ci sarà il nono vincitore del 2016?

L’anno scorso Marc Marquez, Repsol Honda, non completò la gara al MotorLand di Aragon: cadde rovinando una domenica che era iniziata con la partenza al palo. Fu festa Yamaha ma quest’anno le parti si sono invertite e ora è lui a guardare dall’alto i rivali dei tre diapason. 223 punti contro i 180 di Valentino Rossi e i 162 di Jorge Lorenzo, il Marquez versione 2016 è il pilota da rincorrere e battere, ma non sempre in gara. Nell’ultimo GP, sulla Riviera di Rimini, il pilota HRC ha preferito un sicuro quarto posto (13 punti) al difficile inseguimento del podio con la possibilità di cadere. Il talento di Cervera ha abbassato l’asticella rispetto alla scorsa stagione ma tranquillamente, con una bella prova aragonese, potrà arrivare alla conquista del suo terzo titolo mondiale nella massima cilindrata.

Nella foto del podio al MotorLand del 2015 vediamo un Dottore sul gradino più basso del podio mentre applaude con distacco la vittoria del rivale di box Lorenzo. Fu un piazzamento però fondamentale per la sfida all’ultimo colpo con il maiorchino. Quest’anno il collega di team è dietro e davanti c’è Marquez ma a 43 punti. Anche se Rossi ha guadagnato qualcosa nelle ultime gare la vittoria del titolo è diventa difficile, un buon risultato nella quattordicesima prova dell’anno potrà tener accesa la speranza di un’impresa leggendaria, proprio alla Valentino.

Chi ha probabilmente chiuso con la partita iridata è il campione del mondo in carica. Lorenzo è distante 61 punti dalla vetta e il suo stato di forma, in ripresa dopo un periodo buoi, non consente molte fantasie ma solo calcoli. Il secondo posto e la sfida per essere il miglior pilota Yamaha però sono obiettivi alla portata. Nel recente GP il numero 99 è arrivato a podio dietro a Rossi mentre ad Aragon nel 2015 fu il dominatore assoluto. La prestazione potrebbe essere ripetibile quest’anno.

Al quarto posto della classifica della classe regina troviamo Dani Pedrosa, l’assoluto protagonista del GP di San Marino. Nella gara adriatica il pilota di Sabadell non ha avuto rivali e si è messo alle spalle l’inizio di stagione sotto tono. 145 punti, 17 da Lorenzo e la possibilità di chiudere come terzo migliore della massima categoria la stagione se Lorenzo cede improvvisamente. Per far questo Pedrosa deve copiare il finale della scorsa annata partito proprio dal secondo posto al MotorLand.

La strategia di Pedrosa però potrebbe essere messa in crisi non solo da una rinnovato Lorenzo ma anche dalla consistenza e costanza di Maverick Viñales. Nel 2015 la prova aragonese del talentuoso pilota Suzuki Ecstar non fu di quelle da ricordare, concluse all’undicesimo posto e molto staccato dai primi. Di recente l’ex rookie è perà sempre vicino alle prime posizioni dimostrando un passo da primato nelle libere e nelle qualifiche, soffrendo un po’ di più in gara. La sua stagione è comunque contraddistinta da una vittoria e un terzo posto mentre tallona il numero 26 Honda distante solo nove punti.

Subito dietro troviamo il duo del Ducati Team, Andrea Dovizioso e Andrea Iannoneche occupano il sesto e il settimo posto in classifica generale. L’anno scorso al MotorLand i due fecero quarto e terzo con il pilota di Vasto che precedette Dovizioso. Un risultato che gli servì alla fine per essere il quarto migliore della classe regina. Quest’anno la stagione di Iannone, nonostante la prima storica vittoria per la Casa bolognese, non è stata allo stesso livello; forse perché le aspettative erano molto alte e anche la sorte si è messa a complicare i piani dell’abruzzese che attualmente è fuori per infortunio e il suo recupero per Aragon potrebbe essere ancora incerto. Discorso simile per Dovizioso: dopo un 2015 di ottimo livello la stagione successiva, anche a causa della fortuna a corrente alternata, non ha confermato le aspettative. Solo degli arrivi di alta classifica potrebbero creare un avanzo di bilancio nel 2016 del numero 4 Ducati.

Notizia di inizio settimana: Jack Miller, pilota Estrella Galicia 0,0 Marc VDS e fuori per infortunio, sarà sostituito da Nicky Hayden, portacolori Honda WorldSBK e campione del mondo nella classe regina con la moto di Tokyo.

La classe regina sarà in pista al MotorLand di Aragon da venerdì 23 settembre, le prime libere inizieranno alle 9:55 locali.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5976 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.