6 dicembre 2016

Tiro con l’arco, assegnati i titoli italiani assoluti olimpico e compaund

A Monte Argentario (GR) sono stati assegnati tutti i titoli assoluti italiani. Vittorie nell’individuale per

Amedeo Tonelli (Aeronautica Militare) e per VanessaLandi (Arcieri Montalcino) nell’arco olimpico che battono rispettivamente Luca Melotto (Aeronautica Militare) 6-0 e Lucilla Boari (Arcieri Gonzaga) 6-0. Nel compound conquistano il tricolore Michele Nencioni (Arcieri della Signoria)e Anastasia Anastasio (Marina Militare) che superano rispettivamente Giuseppe Seimandi (Fiamme Azzurre) 144-142 e Irene Franchini (Fiamme Azzurre) 134-132. Tra le squadre brillano i capitolini Arcieri Torrevecchia che si portano a casa il titolo assoluto a squadre compound maschile e femminile, olimpico maschile e squadre miste, oltre al bronzo a squadre femminile.

Nello splendido scenario del Polo Club di Monte Argentario (GR) sono andate in scena oggi le finali assolute dell’edizione numero 55 dei Campionati Italiani Tiro alla Targa. Salgono sul tetto d’Italia nell’arco olimpico: Amedeo Tonelli

(Aeronautica Militare), Vanessa Landi (Arcieri Montalcino)e il Torrevecchia. La società capitolina è protagonista anche nel compound con tre titoli a squadre. Nell’individuale compound trionfano il toscano Michele Nencioni (Arcieri della Signoria) e Anastasia Anastasio (Marina Militare).

I TITOLI ASSOLUTI DELL’ARCO OLIMPICO – Amedeo Tonelli è il nuovo campione italiano dell’arco olimpico maschile. E’ il primo titolo in carriera vinto battendo in finale l’azzurro Luca Melotto per 6-0 in una finale tutta Aeronautica Militare. Un ottimo viatico per l’arciere trentino per prendere parte ai prossimi Campionati Mondiali Campagna di Dublino (Irl).

Sfida tra avieri e tra titolari a Rio 2016 per il bronzo in cui David Pasqualucci ha la meglio su Marco Galiazzo per 7-1.
Grande festa sulla linea di tiro di Monte Argentario per Vanessa Landi. La

grossetana degli Arcieri Montalcino vince il secondo titolo italiano consecutivo a pochi passi da casa. Un successo arrivato in una finale tutta Junior contro la compagna di squadra in Nazionale e titolare a Rio 2016 Lucilla Boari (Arcieri Gonzaga). Ultimo atto in cui Landi riesce a battere l’avversaria 6-0.

Sul terzo gradino del podio sale Guendalina Sartori. Per l’atleta dell’Aeronautica Militare, anche lei di ritorno da Rio, le frecce con cui batte allo shoot off 6-5 (9-8) Carla Frangilli (C.A.M – Arcieri Monica) serviranno anche per preparare nel migliore dei modi la finale di Coppa del Mondo di Odense

(Dan)del prossimo week end.

Titolo maschile a squadre per gli Arcieri Torrevecchia. La società della Capitale vince il secondo Tricolore assoluto dopo quello del 2014 grazie alla frecce di Massimiliano Mandia, Paolo Caruso e Fabio Molfese. Ad arrendersi in finale con il risultato di 5-1 sono gli Arcieri Tempio di Diana, altra squadra di Roma che ha schierato David Pasqualucci, Simone Pivari e Cristiano Rivaroli.
Il Tricolore tra le donne è stato assegnato ieri in seguito alla squalifica delle semifinaliste Castenaso Archery Team e Arcieri del Sud per l’errata compilazione dello score del match che aveva visto vincenti le arciere pugliesi. Titolo al Kappa Kosmos Rovereto (Ioriatti, Tonetta, Violi) che ha battuto allo spareggio gli Arcieri Torrevecchia (Mandia, Mercuri, Romoli) 5-4 (26-22). Al trio delle capitoline va in automatico il bronzo.
Torrevecchia campione nel mixed team, anche in questo caso dopo il titolo del 2014. I fratelli Massimiliano e Claudia Mandia battono in finale 5-3 la C.A.M. di Michele Frangilli e Gaia Rota che arrivava al match da campione uscente.
Nell’arco olimpico Juniores la medaglia d’oro va al collo degli Arcieri del Piave di Nicole Canzian e Andrea Monego bravi a vincere allo shoot off 5-4 (18-16) la sfida con gli Arcieri Tempio di Diana di Chiara Romano e David Pasqualucci.

I TITOLI ASSOLUTI COMPOUND – E’ Michele Nencioni il nuovo campione italiano compound. L’azzurro degli Arcieri della Signoria, società organizzatrice della manifestazione, vince la finalissima contro Giuseppe Seimandi (Fiamme Azzurre) 144-142. Per il toscano è il primo tricolore assoluto in carriera.

Sul terzo gradino del podio sale Andrea Falcinelli (Arcieri Città di Pescia) che batte 139-128 Andrea Leotta (Arcieri Solese).
A quattro anni di distanza dall’ultimo successo torna sul tetto d’Italia nel compound femminile Anastasia Anastasio. La portacolori della Marina Militare in finale ha la meglio sulla compagna di Nazionale

e iridata indoorIrene Franchini (Fiamme Azzurre) per 134-132.

Sfida tutta azzurra anche per la terza posizione. Marcella Tonioli (Polisportiva Adrense) fa le prove generali per la finale di World Cup che la vedrà protagonista il prossimo week end in Danimarca, a Odense, vincendo il bronzo italiano

grazie al 144-138 con cui piega Laura Longo (Arcieri Decumanus Maximus).

Doppietta degli Arcieri Torrevecchia nelle gare a squadre. Carlo Bernardini, Antonio Carminio e Jacopo Polidori vincono 215-213 una finale molto tesa contro il trio di azzurrini del Kappa Kosmos Rovereto formato da Jesse Sut, Viviano Mior e Manuel Festi.
A portare la società capitolina sul gradino più alto del podio al femminile sono Anastasia Anastasio, Elena Menegoli e Viviano Spano vincenti sulle lombarde degli Arcieri Tre Torri (Giulia Cavalleri, Elena Crespi e Francesca Facchini Vailati) per 203-198. E’ la prima volta che il titolo italiano va agli Arcieri Torrevecchia sia al maschile che al femminile.
Nel mixed team si confermano campioni d’Italia per la terza volta consecutiva Marcella Tonioli e Federico Pagnoni della Polisportiva Adrense. Ad arrendersi in finale sono le emiliane-romagnole del Castenaso Archery Team (Irene Franchini-Michele Tullini) con il punteggio di 153-147.