6 dicembre 2016

Primo punto sulle procedure istruttorie per il condono edilizio in città

La Commissione Diritto alla Città, presieduta da Eleonora De Majo, su proposta del consigliere Claudio Cecere ha incontrato oggi Rodrigo Salvati, dirigente del Servizio Antiabusivismo e Condono Edilizio, per un primo approfondimento sulla definizione delle procedure istruttorie connesse alle richieste di condono edilizio.

Le procedure istruttorie relative alle richieste di condono edilizio, ha spiegato il dirigente Salvati, pur avendo conosciuto dal 2006 una considerevole semplificazione grazie all’introduzione dell’autocertificazione, sono destinate tutt’oggi a subire notevoli rallentamenti per una sempre minore disponibilità di personale tecnico (- 55% negli ultimi quattro anni ed una task force interna che non può far fronte a tutta la mole di lavoro). Inoltre, nel caso delle richieste di condono relative a zone sottoposte a vincolo paesaggistico, la Soprintendenza richiede ancora procedure di istruttoria tradizionali. Una situazione del genere non solo genera un accumulo di pratiche inevase – circa 20.000 – ma sottrae all’Amministrazione Comunale un introito stimato di oltre 100.000.000 di euro.
Come prima misura da adottare, la Presidente De Majo, il consigliere Cecere (DEMA) ed i commissari intervenuti (Santoro di Napoli Capitale, Felaco di DEMA, Troncone di De Magistris Sindaco, Coppeto di Sinistra Napoli in Comune a Sinistra) hanno stabilito di incontrare l’assessore al Personale Panini per valutare la fattibilità di una proroga per lo scorrimento delle graduatorie del personale tecnico del concorso del 2010, oppure l’esternalizzazione del servizio di consulenza attraverso protocolli di intesa con gli ordini professionali, oltre che un tavolo tecnico con la Soprintendenza per rinegoziare le procedure istruttorie attualmente in vigore.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5959 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.