9 dicembre 2016

Ostia, Blocco Studentesco: centinaia di manifesti e striscioni il primo giorno di scuola per inaugurare un nuovo anno all’assalto.

 

“Con l’affissione di questa notte – inizia così la nota del movimento – vogliamo presentare il motto con il quale affronteremo il nuovo anno politico e tutte le sfide che ci attendono. ‘La tua guerra ora’ non è solo uno slogan, ma anche il nuovo punto del nostro programma. In una scuola pubblica oramai ridotta ad un’azienda, che non forma uomini e donne, ma tecnici senza cuore né anima, è fondamentale invertire questa rotta e riscoprire la nostra identità per riuscire contrastare la tendenza individualista dei nostri giorni. Un cambio di tendenza ‘facendo riscoprire quello spirito nazionale che ha infiammato i nostri padri nel Risorgimento e nella Prima Guerra Mondiale’ – continua così la nota – per far si che l’Italia venga rifondata dalla gioventù che oggi frequenta le scuole. La gioventù italiana oggi si trova di fronte ad una scelta epocale, rinascere o perire; ‘perché il futuro non si reclama come un diritto oramai scaduto. Il futuro si conquista. Si conquista andando all’assalto’.
Con l’azione abbiamo anche voluto rimarcare che dal primo giorno di scuola saremo presenti al fianco dei ragazzi – conclude la nota del Blocco Studentesco Ostia – nelle battaglie che ci aspettano nel nuovo anno politico”.

About Emanuele Bompadre 8290 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.