Dinamo Kiev-Napoli 1-2: Milik è già protagonista!

Comincia nel migliore dei modi l’avventura in Champions per il Napoli che espugna il campo della Dinamo Kiev e, grazie al contemporaneo pareggio delle rivali di girone, balza al comando della classifica. Non è stata una vittoria facile perché gli ucraini , forti di una condizione fisica sicuramente migliore, hanno cercato con forza dapprima di fare propria l’intera posta in gioco e poi di impattare il risultato esercitando un pressing asfissiante sui portatori di palla partenopei associato a velocissime ripartenze , sfruttando le fasce, con l’intento di trovare impreparata la retroguardia napoletana; così è stato  almeno fino alla prima mezz’ora di gioco al punto che la Dinamo  riusciva anche a passare in vantaggio al 25’ grazie a Garmash che, sfruttando la più che molle marcatura di Albiol ed Hysaj , spalle alla porta, aveva tutto il tempo di girarsi e infilare la palla in rete alla sinistra di Reina; il goal aveva  l’effetto di risvegliare l’orgoglio dei partenopei che iniziavano a macinare gioco cercando la profondità con più convinzione e, nel giro di 10’, riescivano prima a raggiungere il pari con Milik che spingeva in rete , con un sontuoso colpo di testa, un perfetto cross di Ghoulam ed allo scadere del primo tempo passavano addirittura  in vantaggio sempre con il centravanti polacco che infilava  ,sempre di testa, la palla del 2-1 dopo un salvataggio sulla linea di porta di Khakheridi su precedente tentativo di Mertens. La ripresa si consumava con una Dinamo impegnata nel vano tentativo di acciuffare il pareggio ed il Napoli, facilitato anche dall’espulsione di un ingenuo  Sydorchuk , teso controllare l’andamento del match con una fitta serie di passaggi a centrocampo spesso troppo stucchevoli; il risultato finale premiava la squadra partenopea che bagnava , quindi, con una vittoria esterna l’esordio nella Champions League. Esordio vincente,quindi,  ma con qualche luce ed ombra: se la condizione fisica un po’ approssimativa può essere considerata giustificabile in questo scorcio della stagione , alcune amnesie difensive, specialmente quella con cui si è  generato il vantaggio della Dinamo Kiev, rappresentano un campanello di allarme e devono essere immediatamente corrette; tra le note positive della serata, in primis, la prestazione del polacco Milik che, oltre alla doppietta vincente, ha mostrato la giusta personalità che determinate competizioni richiedono ed anche l’immediata,  forte e veemente  reazione dei ragazzi napoletani al goal subito ed infine il gioco espresso , l’autorità con cui ha presidiato il campo tipico di una squadra blasonata. Quindi buona la prima, questa stagione promette buon divertimento.

loading...
loading...