8 dicembre 2016

Gasparri: “Di Battista e ‘Di Mail’ sono due nullità, l’avrà capito anche Berlusconi che diceva che erano bravi”

Il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG, con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Gasparri ha difeso il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca: “Le sue dichiarazioni sono tutte sottoscrivibili, io non condivido nulla di De Luca, che ha un atteggiamento pesante e insopportabile, ma quello che dice sui Cinque Stelle è la pura verità. Berlusconi crede che Di Maio e Di Battista siano bravi perché vanno bene in televisione, ma sono due nullità al cubo, non sanno nulla, non hanno nulla da dire, sono due falliti che hanno trovato in politica una gloria che mai avrebbero trovato altrove. Lo si capisce dal caso di Luigi Di E-Mail, che ormai si legge come si scrive, cioè Luigi Di Mail. La frase sul morire ammazzati era da evitare, ma va anche letta nel linguaggio di De Luca che ha il suo slang da barista di saloon del Far West”.

Su Parisi nuovo potenziale leader del centrodestra: “Non rappresenta il nuovo che avanza, ha quasi 60 anni. Ha diritto a giocare la sua partita ma deve conquistarsi come tutti sul campo di gioco il ruolo. La prima lezione da imparare è quella del 96, dobbiamo rimanere uniti. Berlusconi vuole andare oltre il polo, recuperare delle energie disperse. Parisi ha tutto il diritto di misurarsi sul campo, ma gli consiglio di evitare di diventare il capo di una corrente di Forza Italia o del centrodestra. Attorno a lui si sta calamitando anche lo scontento di turno, quello che in Forza Italia ha perso le elezioni contro l’altro e cova un po’ di rancore. Poi attorno a lui ci sono ex finiani, albertiniani, alfaniani, che ha pugnalato Berlusconi e che pensa di riciclarsi. Parisi, che è persona attenta, deve evitare che qualcuno si ricicli attraverso lui. Il partito lavora, Parisi deve portare della gente nuova. Berlusconi dice facciamogli fare una manifestazione senza affollarla di persone che provengono da Forza Italia. Alcuni di Forza Italia pensano che andando lì a farsi vedere maturino dei crediti con Berlusconi, che invece è contrarissimo a sovrapporre i due livelli. Berlusconi vuole vedere se lì va gente nuova, fresca, che allarga l’aria di consenso. Va benissimo Parisi, poi, ma vanno fatte chiare scelte. No a Renzi, no al Referendum. Serve una coalizione basata su Forza Italia, Fratelli d’Italia e la Lega. Parisi poi deve stare attento anche a quello che scrivono alcuni commentatori. Cè chi vorrebbe che si affrancasse da Berlusconi. Dobbiamo evitare questo”.

Ancora su quanto sta accadendo a Roma: “Bisogna evitare che i Cinque Stelle possano governare il paese, perché non sono all’altezza di farlo. Berlusconi qualche volta ci diceva avete visto quanto sono bravi in tv Di Battista e Di Maio? Molti di noi gli avevano detto però che non erano capaci di niente, Di Battista l’anno prossimo girerà le coste per vendere gelati, non per dire cose sconclusionate alle folle”.

AUDIO http://www.radiocusanocampus.it/podcast/?dl=9898

Fonte: Radio Cusano Campus