3 dicembre 2016

Sarri: “A Palermo troveremo tante insidie”

A Palermo troveremo tantissime insidie, dovremo dare una bella prova di maturità“. Maurizio Sarri concentrato ed anche molto intenso nella sua vigilia di partita. Il tecnico, ai microfoni di Mediaset Premium, presenta la gara di domani e analizza anche la sua rosa dopo la chiusura del mercato.

Abbiamo fatto acquisti di prospettiva, bisogna cercare di renderla proficua anche nel breve periodo. I giocatori che sono arrivati hanno grande potenzialità, però hanno anche poco più di 20 anni. Ci vorrà pazienza e dovremo saper aspettarli perché sono ragazzi di talento.  Di certo è stata una campagna acquisti che ha garantito a Napoli un gran futuro“.

Che difficoltà si aspetta domani sera al Barbera?

La prima difficoltà è quella dettata dal calendaro. A settembre, ottobre e novembre si giocherà continuamente tra campionato e nazionali. È una follia, perché un allenatore fino a dicembre non abbia la possibilità di allenare costantemente i propri uomini. Bisognerebbe fare un passo indietro in questo senso”.

“Per il resto, a Palermo è una partita che nasconde grandi pericoli per noi, pericoli generici anche come ambiente. De Zerbi mi sembra un allenatore che ha idee e determinazione, manderà in campo una squadra piena di entusiasmo. E’ una prova di maturità per noi per capire se siamo cresciuti come mentalità”.

Ci sarà turnover in questo periodo di impegni ravvicinati?

In questo momento abbiamo ridotte possibilità di alternative. Chiriches è infortunato, Maksimovic e Diawara non sono ancora al massimo della condizione, Giaccherini rientra da un infortunio, Rog non l’ho ancora visto in campo. Però certamente in futuro abbiamo ampliato ampliato le nostre potenzialità

La squadra ha dimostrato di avere sempre grande feelign con il gol: ben 6 nelle prime due giornate.

“Sì, ma è una proiezione fatta su appena due partite, quindi non ancora indicativa. Bisognerà dar seguito a questo dato positivo. Dobbiamo lavorare e crescere, di certo ci sono prospettive importanti davanti a noi, ma ora dobbiamo pensare al presente e dare il massimo sin da domani, perché ci aspetta una gara molto impegnativa

Fonte: sscnapoli.it

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.