9 dicembre 2016

Anagni, l’amministrazione condanna fermamente ogni manifestazione di intolleranza verso i rifugiati ospitati in città

Si continua ad alimentare paura, diffidenza e aperta ostilità nei confronti di persone che hanno la sola colpa di non avere più una patria. Le continue provocazioni, a loro volta, alimentano un forte risentimento che inasprisce i rapporti e possono portare a episodi drammatici come già accaduto in altre città; il messaggio è fortemente diseducativo, proprio di una sottocultura politica, che fa presa su chi è socialmente più debole e su chi è più impressionabile (pensiamo ai nostri figli).

I rifugiati hanno uno status giuridico riconosciuto dal Diritto internazionale e da quelle nazioni, come l’Italia, che da sempre difendono e sostengono il diritto delle persone come forma di civiltà universale.

In quanto al ruolo del Comune di Anagni nella vicenda, è bene ricordare che l’accoglienza ai rifugiati e ai richiedenti asilo è gestito dal Ministero dell’Interno e l’Ente locale ha il dovere, come ha sempre fatto, di collaborare con le istituzioni.

About Samantha Lombardi 4032 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it