8 dicembre 2016

Batterio killer in formaggio blu, muore un bimbo nel Regno Unito: altri venti pazienti colpiti dall’infezione

 

Un bambino scozzese è morto per il batterio e.coli che colpito la Scozia e il nord dell’Inghilterra. Era uno dei ventuno pazienti ricoverati in seguito a una grave infezione che ha causato la sindrome emolitico-uremica dopo avere mangiato formaggio Blu Gourmet. E’ la prima volta che il batterio killer uccide un bambino nel Regno Unito. Lo ha rivelato l’inchiesta della Direzione epidemiologica della Salute pubblica scozzese. I funzionari della sanità hanno indagato sui possibili collegamenti con il popolare formaggio, che è fatto con latte crudo. Gli esperti, hanno spiegato che le indagini epidemiologiche hanno “identificato” il formaggio Blu come la causa più probabile del focolaio. E hanno aggiunto: “Nonostante le ampie indagini, tra cui la ricerca di altre possibili fonti di cibo, non è stato possibile stabilire per la maggioranza dei casi una connessione con altri fonti di cibo.”

Il team ha scoperto che le persone colpite avevano consumato il formaggio Gourmet, prima di accusare un malessere. Nello specifico si tratta di un lotto di prodotti caseari della regione del Lanarkshire e più esattamente del formaggio Gourmet “Dunsyre Blu”, prodotto dalla società “Errington Cheese”. La settimana scorsa il ministero della Salute ha reso noto che le infezioni sono state attribuite a un ceppo del batterio E.coli. Più di venti pazienti, di cui 14 in Scozia e le restanti in Inghilterra, erano stati ricoverati con gli stessi sintomi a fine luglio. Anche se il produttore nega con forza ogni responsabilità, le analisi hanno invece avvalorato i sospetti nati nella fase dell’indagine epidemiologica, comunica Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, condotta dagli operatori dei dipartimenti di prevenzione scozzesi che hanno disposto il ritiro dal commercio dell’alimento proveniente dall’Inghilterra e prodotto dalla ditta “Errington Cheese”, e contemporaneamente proposto l’avvio del sistema di allerta al fine di bloccare la distribuzione e la commercializzazione del prodotto per garantire la sicurezza dei consumatori. Ricordiamo che la sindrome emolitico – uremica provocata da Escherichia coli “0157” colpisce in maniera seria i bambini mentre ha una sintomatologia più lieve e prevalentemente intestinale sugli adulti. Come sempre accade in questi casi la segnalazione è stata diramata dagli operatori a livello europeo.

Nonostante le notifiche di allarme e i sopralluoghi in atto per il ritiro del prodotto si invita chiunque sia in possesso di prodotti a base di latte crudo “Dunsyre Blu”, prodotto dalla società “Errington Cheese” a non consumarli e riconsegnarli al più presto all’esercizio dove sono stati acquistati.

Giovanni D’AGATA